Vasco Rossi: Come nelle favole, il nuovo singolo

Mentre lui è impegnato nella ricerca della “scaletta perfetta”, i suoi fan hanno fatto partire da tempo il conto alla rovescia per quello che sarà forse il più grande evento rock mai realizzato nel nostro Paese: Vasco Modena Park. Già bruciati oltre 190 mila biglietti, con il quantitativo di biglietti che saranno ancora messi in vendita tra poco,  Vasco Modena Park si avvia ad essere record mondiale per numero di paganti in una sola sera. Per rendere più piacevole l’attesa, Vasco ha rilasciato proprio oggi, venerdì 17 marzo, il nuovo singolo Come nelle favole, uno dei 4 inediti contenuti in VASCONONSTOP la storica e “monumentale” antologia con 69 canzoni in ordine cronologico dall’ultima Un mondo migliore, alla prima, Jenny. Una canzone fantastica nella sua semplicità, in grado di toccare, come spesso accade con Vasco, le corde della nostra anima e farci vibrare di emozione.

“Io e te, a crescere bambini, avere dei vicini…”

GUARDA IL VIDEO DI COME NELLE FAVOLE

Vasco Rossi: la carica dei 300 mila!

La copertina del primo 45 giri di Vasco, Jenny/Silvia, uscito nel maggio del 1977

L’evento è di quelli da segnare in agenda. È di quelli che non è esagerato definire “storici”: i 40 anni di Fronte del Palco di Vasco celebrati in un unico grande concerto il primo luglio a Modena. Un concerto per il quale c’è già fibrillazione non solo per la sua eccezionalità ma perché si avvia ad entrare nella storia dei concerti anche per un altro motivo, ben più prosaico e che riguarda tutti i gli amanti del live in genere: la vendita dei biglietti. Dopo aver rotto con Live Nation a seguito dello scandalo relativo al secondary ticketing, con biglietti rivenduti a prezzi esorbitanti,  Vasco ha scelto di affidarsi a Vivaticket.

Il suo staff ha realizzato un ambizioso progetto la cui mission finale è quella di impedire per il futuro il ripetersi di questi episodi. Progetto che è stato presentato alla stampa proprio ieri, Martedì 17 gennaio, in una conferenza stampa dove è stata presentata anche ufficialmente la locandina di Modena… Modena Park  (cosi si chiamerà il concerto dei 40 anni sul palco del più grande rocker nazionale).

Punto forte di questo progetto che, nelle speranze degli ideatori, dovrebbe fare da battistrada per il futuro è, anzitutto, la  tracciabilità del biglietto in ogni momento, la restrizione dei biglietti che sarà possibile acquistare, massimo sei, e infine il fatto che ogni biglietto avrà il nome dell’acquirente. In pratica è stato elaborato una sorta di protocollo anti secondary ticketing trasparente e molto rigoroso. Per raggiungere ancora meglio l’obiettivo, questo protocollo è stato fatto in partnership ufficiale con la SIAE ed anche questo è un fatto storico perché è la prima volta che accade.

Protocollo anti secondary ticket, punti salienti

  • I biglietti saranno venduti esclusivamente attraverso il circuito Vivaticket, piattaforma di vendita della Best Union azienda bolognese resente non solo in Italia ma anche a Parigi, Londra, Orlado, Dubai, singapore, Pechino e Brisbane.
  • L’intero contingente die biglietti in vendita sarà gestito in esclusiva dai canali ufficiali di Vivaticket
  • Gli iscritti al Fan Club ufficiale avranno un canale di vendita dedicato sul sito : viva ticket.vascomodena.it a partire dal 24 gennaio alle ore 10 fino al giorno 26 alle ore 10
  • La vendita al pubblico partirà dal giorno 27 gennaio alle ore 10
  • Ogni acquirente potrà effettuare al massimo 2 transazioni di acquisto, ciascuna composta da un massimo di 6 biglietti
  • Al fine di velocizzare le attività di vendita gli utenti potranno registrarsi anticipatamente su viva ticket.vascomodena.it a partire dalle ore 10 del 20 gennaio
  • Per garantire la massima trasparenza nella vendita dei biglietti, Vivaticket sarà affiancata da SIAE nel monitorare le transazioni degli acquisti dei biglietti sul circuito viva ticket e presso ogni punto vendita. Inoltre è stato già attivato un accordo con le principali Associazioni dei Consumatori per una trasparenza assoluta a tutela dei fan di Vasco.
  • “Ovviamente abbiamo i piedi per terra” – ha detto in conferenza stampa Floriano Fini, amico di Vasco e storico manager della VR Giamaica Management,” –  non andiamo in giro dicendo che abbiamo sconfitto il fenomeno del secondary ticketing. Sappiamo che tale fenomeno continuerà ad esistere però  questo progetto è proprio per combattere questo fenomeno, arginarlo prima che dilaghi in modo irreparabile. I biglietti saranno “rintracciabili” economicamente e inoltre ci sarà anche un risparmio effettivo di circa il 5% sul loro . Per concludere, d’ora in poi se qualcuno farà compravendita dei nostri biglietti sui siti illegali saranno solo speculazioni tra privati”

I biglietti saranno messi in vendita a lotti che saranno così distribuiti 1°) 30.000 biglietti  2°) 30.000  3°) 140.000. I primi ovviamente saranno destinati ai fan club poi a seguire tutti gli altri. Per quanto riguarda il know how del concerto Floriano Fini ha detto che è tutto “work in progress”: “Lo spazio del Parco Ferrari di Modena a disposizione per il concerto è enorme, tanto che potrebbe ospitare ben oltre i 350.000 spettatori, ma dovremo valutare varie logistiche e sopratutto la frubilità del concerto da parte degli spettatori a cominciare dall’area parcheggio e tutto il resto“.

Alfredo Verdicchio

 

 

Vasco Rossi: premiato il video di Un Mondo Migliore

La giuria del Premio Nazionale Roma Videoclip – il cinema incontra la musica – alla sua quattordicesima edizione – ha decretato Un Mondo Migliore il miglior videoclip dell’anno. Alla cerimonia di premiazione, che si svolgerà a Roma il 13 dicembre alla Casa Del Cinema, saranno presenti Vinicio Marchioni, protagonista insieme a Vasco Rossi del video e il regista Pepsy Romanoff.

fotoIl video che accompagna Un mondo migliore, uno dei quattro inediti contenuti nella raccolta VASCONONSTOP,  è stato ideato e diretto da Pepsy Romanoff. Così il regista ha parlato del video: “La straordinaria partecipazione di Vinicio Marchioni e le suggestive location proposte dalla Daunia production, di chiara ispirazione western, hanno creato il mood per un piccolo corto musicale dove lo stesso Vasco è protagonista assoluto e chiave di svolta della storia. Il “limbo” in cui Vasco resta bloccato è la fantastica Cava di Marmo che ci ha dato modo di creare un ponte spazio tempo davvero unico, raccontato da terra e cielo grazie a due droni cinematografici. Infine, grazie all’autorità portuale di Manfredonia abbiamo potuto riscoprire un paesaggio industriale che ci ha permesso di  enfatizzare, con effetti speciali,  il finale del video ”.

GUARDA IL VIDEO DI UN MONDO MIGLIORE

Vasco Rossi: 40 anni sul fronte del palco

vasco-rossi_putland01… Dei ragazzi seduti al bar bevevano tranquillamente, facevano delle freccette di carta e ce le tiravano. Mentre cantavo non sapevo come reagire. Mi sono vergognato talmente tanto… Avevo 26 anni, facevo il dj, guadagnavo soldi, avevo la macchina, un sacco di donne. Ma questa umiliazione era talmente grossa che volevo sprofondare e sparire. Sono sceso dal palco alla fine e ho detto: “Io questo mestiere non lo faccio neanche se me lo ordina il medico. Poi, stavo andando a casa in macchina da solo e a quel punto lì è scattato nella testa un meccanismo: a quel punto ho detto no, adesso mi incazzo come una bestia. Mi è
venuta una rabbia… Io ero uno tranquillo. Da lì è cominciata la storia dei miei concerti rock, perché dopo è stata sempre una guerra…

Così Vasco Rossi ha sempre raccontato i suoi esordi live, tutt’altro che incoraggianti. Che danno ancora di più valore a quello che è poi riuscito a conquistare in seguito. La guerra c’è stata e Vasco l’ha vinta. L’ha vinta perché ha rischiato quando c’era da rischiare (i live del 1990, a San Siro e al Flaminio sembravano a tutti una scommessa perdente), ma soprattutto l’ha vinta perché ha sempre avuto un rispetto assoluto per le persone che lo venivano ad ascoltare. Che fossero poche centinaia o parecchie migliaia, lui ha sempre dato tutto, cantando come se quello fosse sempre l’ultimo concerto della sua vita. Oggi, venerdì 11 novembre, 40 anni dopo il suo primo concerto, proprio per celebrare questa fantastica avventura esce VASCONONSTOP, un’antologia storica che contiene 69 canzoni in ordine cronologico, dall’ultima, Un mondo migliore, alla prima, Jenny.

vascononstopVASCONONSTOP è disponibile in tre originali e uniche versioni:

 1) DELUXE EDITION

4 CD in wallet e un fotobooklet di oltre 50 pagine, il tutto confezionato in una preziosa scatoletta con finitura soft touch. Comprende 69 canzoni, di cui  4 inedite, in ordine cronologico dall’ultima, “Un mondo migliore”,  alla prima, “Jenny”.

2) SPECIAL FAN EDITION

9CD + 2DVD

9CD, 133 canzoni, 8 ore di musica. Include: 4 inediti, 17 remix remix, 111 titoli originali, 1 riedizione del cd  triangolare de Gli Angeli.

2 DVD, 4 ore di video. Una chicca per i collezionisti: il ritrovamento di tre video originali e restaurati, “Domenica Lunatica”, “Il Blasco” e “Muoviti”.  Un fantastico book fotografico di 200pg.

3) EDIZIONE VINILE DELUXE

7LP confezionati singolarmente e stampati su vinile 180gr. Lussuosa anche la scatola con chiusura magnetica. Il box contiene tutte le 69 canzoni della versione 4 CD.

Canzone per canzone il commento di Vasco sui 4 inediti presenti in VASCONONSTOP:

 Un mondo migliore:

 “E’ una canzone di speranza: noi dobbiamo per forza credere in un mondo migliore, noi vogliamo crederci, non ci rinunciamo  e vogliamo anche costruircelo…il mondo migliore.

Lo spunto per il testo mi è venuto con la malinconia che mi è scesa addosso una sera, prima di partire per Los Angeles. Non ne avevo più voglia improvvisamente. Come al solito il dualismo che non mi dà pace: da una parte la voglia di muovermi, l’ignoto m’incuriosisce e mi sfida. Contrapposta a quel dannato bisogno delle.. abitudini di tutta una stagione. E dire che ero contento di partire, è un posto dove potrei anche trasferirmi pensavo.  Ma “quella” noia, dalla quale devo fuggire, è sempre lì, ce l’ho dentro e non c’è niente da fare.

In volo poi, la canzone ha preso altre strade. Dalla difficoltà di adattamento, non è facile lasciarsi tutto alle spalle e cominciare daccapo in un altro posto, un’altra situazione. Al cambiamento che comporta necessariamente ricostruzione. E, last but not least, quel che più conta: la scelta di essere libero. A costo di qualche rimpianto”.

 Come nelle favole:

 “il perfetto quadretto   della coppia che sogna di vivere insieme per tutta la vita…come nelle favole, appunto. Tra sogno e realtà  …noi sappiamo poi come va a finire,  ma non vogliamo rovinare i sogni.. a nessuno.”

 L’amore al tempo dei cellulari:

 “Tempo fa ho letto un libro su come è cambiato il mondo dal secolo scorso, quando c’era il telefono fisso e si rispondeva:”Pronto, chi parla?”, a oggi ventunesimo secolo che il telefono è mobile e smart, neanche rispondi che dall’altra parte ti  si ingiunge: ”Ciao, dove sei?”. Beh,  una bella differenza, se ci pensi. Per me poi che amo soprattutto farmi i fatti miei..”.

 Più in alto che c’è:

 “Forse non tutti sanno che Dodi ha suonato la chitarra in “Una canzone per te”. Un grande chitarrista, oltre a essere un Pooh,  e allora, mi chiese di scrivergli una canzone per un album che avrebbe fatto da solista. Io gliel’ho scritta molto volentieri… lì per lì…e non me ne sono pentito… Ma già mentre gliela consegnavo, sapevo che prima o poi l’avrei voluta cantare anche io.”

 

Vasco Rossi: Incontri d’Autore con sorpresa

Glielo avevano chiesto già diversi anni fa, e alla fine Vasco Rossi ha accettato l’invito di Gino Castaldo ed Ernesto Assante a partecipare ai loro Incontri D’Autore. “Glielo abbiamo chiesto cinque anni fa – raccontano i due giornalisti di Repubblica – e alla fine, sia pure con i suoi tempi, è stato di parola”  E dunque ieri, martedì 19 aprile, Vasco si è presentato all’Auditorium di Roma per raccontare 40 anni di carriera. Accolto, ovviamente, da cori da stadio.

GUARDA IL VIDEO DELL’INGRESSO DI VASCO ALL’AUDITORIUM

Tra aneddoti divertenti e riflessioni più intimiste, Vasco ha dato due appuntamenti: il primo, a breve scadenza, sempre a Roma per la sua quattro giorni di rock (22, 23 26 e 27 giugno, Stadio Olimpico); il secondo, a sorpresa, a Modena, il prossimo giugno, quando si terrà un concerto-evento per festeggiare i suoi primi 40 anni di palco. E proprio legati ai live, sono i ricordi più belli raccontati da Vasco alla platea dell’Auditorium. “Il primo concerto l’ho fatto a Piazza Maggiore, a Bologna – ha raccontato Vasco, piazza frequentata in quegli anni da quelli che una volta si chiamavano fricchettoni; gente che se non gli piacevi come minimo ti lanciava addosso le bottiglie che stavano bevendo! Io avrei dovuto avere come gruppo i musicisti di Dalla, nel quale militava Curreri, ma due giorni prima Dalla non li concesse. A quel punto, mi sono trovato che non avevo gruppo ma dovevo comunque cantare. Allora mi sono organizzato con i miei amici: c’era Solieri, Lolli alla batteria, Guido Elmi alle congas, che non c’entrava un cazzo perché noi facevamo del rock, ma insomma…  eravamo molti di più sul palco di quelli che erano giù! Alla fine però i fricchettoni si ritirarono sulle scalinate senza lanciarci dei sassi e quindi per noi fu un successo della madonna!”

vascorossiSubito dopo l’appuntamento dell’Auditorium, Vasco si è recato a casa di Marco Pannella. E il leader radicale ha postato sulla sua pagina facebook una foto dell’incontro.

I VIDEO DELL’INCONTRO DI IERI ALL’AUDITORIUM CON VASCO ROSSI SONO DISPONIBILI SU REPUBBLICA.IT

Vasco Rossi: incontri d’autore

vascoauditoriumReduce da un tour di interviste radiofoniche, Vasco Rossi arriva a Roma (a circa due mesi dai 4 concerti dello Stadio Olimpico) per incontrare Gino Castaldo ed Ernesto Assante, giornalisti del quotidiano La Repubblica, che per i loro Incontri d’Autore intervisteranno proprio il Blasco nazionale. L’appuntamento è per il prossimo 19 aprile, nella splendida location dell’Auditorium Parco della Musica.

Un evento imperdibile per tutti i fan di Vasco, e non solo. Biglietti in vendita su Ticketone.it (5 euro) e diretta streaming su larepubblica.it

Vasco Rossi: il rock sbarca al cinema

image003Vasco Rossi e il cinema è un amore coltivato nel tempo e che spesso ha dato ottimi frutti. Indimenticabile Acqua e Sapone, brano portante della colonna sonora del film di Carlo Verdone, scritta proprio da Vasco su musiche di Gaetano Curreri (e cantata da quest’ultimo con il suo gruppo, gli Stadio) così come pietra miliare nella discografia di Vasco quella Un Senso (scritta con Saverio Grandi, musica ancora di Gaetano Curreri), tema musicale del capolavoro di Sergio Castellitto, Non Ti Muovere, vincitrice di un Nastro D’Argento, nel 2005, quale miglior canzone originale.

E poi ancora, la colonna sonora per Stasera a Casa di Alice (film di Verdone del 1990) e il film documentario, Questa Storia qua (2011) diretto da Alessandro Paris e Sibylle Righetti, ispirato alla vita ed alle canzoni di Vasco. Insomma, Vasco e il cinema sono due mondi che ogni tanto si sfiorano e a volte, come oggi, si prendono in pieno.

Infatti, il 14, 15 e 16 marzo, in 250 cinema d’Italia, sarà possibile assistere in anteprima al film- concerto Vasco tutto in una notte LiveKom015, che racconta con musica, immagini e dietro le quinte la notte indimenticabile del concerto allo Stadio San Paolo, a Napoli, il 3 luglio 2015. Il film concerto, diretto da Giuseppedomingo “Pepsy Romanoff” Romano, verrà poi commercializzato in dvd e blu-ray.

“L’ho seguito dal “rito”  con la band fino alla fine – racconta il regista – lasciandolo svanire nel tunnel sotto lo stadio piano piano…a me piace girare ed essere uno dei punti di vista preferenziali, non mi piace girare nella maniera classica, seduto in cuffia dentro un camion regia, voglio  poter raccontare il mio punto di vista che in molti casi e vicino a lui, voglio che lo vedano come lo vedo io”.

Per info: www.vasconeicinema.it

La scaletta del Live Kom  in Naples, 3 Luglio ‘015 :

 Sono innocente; Duro incontro; Deviazioni; L’uomo più semplice; Dannate nuvole; Quanti anni hai; Siamo soli; Credi davvero; Guai; Blues di una chitarra sola; Manifesto futurista della nuova umanità; Interludio 2015 + Rockstar (band); Nessun pericolo…per te + Luna per te + La noia; Quante volte; …Stupendo; C’è chi dice no; Sballi ravvicinati del terzo tipo; Rewind; Vivere; Come vorrei; Gli angeli; Delusa / T’immagini / Mi piaci perché / Gioca con me; Sally; Siamo solo noi / Vita spericolata/Canzone; Albachiara

GUARDA IL TRAILER DI “TUTTO IN UNA NOTTE – LIVEKOM015

 

Un antipasto gustoso per quella che sarà la portata principale di giugno quando il 22, 23, 26 e 27 giugno 2016, allo Stadio Olimpico di Roma, Vasco terrà i concerti che saranno l’unico appuntamento live del 2016.

GUARDA LA VERSIONE LIVE DI SONO INNOCENTE MA…

Vasco Rossi: estate romana

La cosa bella quando si parla di Vasco Rossi, è che non sai mai cosa tirerà fuori dal cilindro. Finito il tour del 2015, si è letto, in ordine sparso: “sparisce dalle scene per almeno due anni“; quest’inverno, farà un tour nei palasport…“; ritorna a Imola...”. Insomma, tutto e il contrario di tutto. Oggi, a sorpresa ma nemmeno tanto, scopriamo che Vasco tornerà sì sul palco, il luogo dove probabilmente si sente più a suo agio e felice, ma lo farà in una sola città: Roma. Sì, proprio la città esclusa la scorsa estate del tour 2015, verrà ripagata con quattro date (le altre due aggiunte oggi, data la grande richiesta di biglietti), 22, 23, 26 e 27 giugno che promettono emozioni forti. E se Milano, San Siro, può essere considerata la “casa” di Vasco, lo Stadio Olimpico non è da meno con i suoi 14 sold out, dal 1996 ad oggi.

INFO LIVE

Vasco_LiveKom2016I biglietti per le prime due date, quelle annunciate all’inizio, sono andati letteralmente a ruba. Soltanto nei primi “100 secondi” del primo giorno di  prevendita prioritaria a loro dedicata, gli iscritti  al Blasco Fanclub  hanno fatto incetta di 10.000 ticket  e con le ore successive di prevendita ufficiale sono andati via 80.000 tagliandi.

Biglietti su su www.ticketone.it.

 In questi giorni intanto è uscita l’Edizione deLuxe dell’album Sono Innocente che comprende anche il dvd del film Il Decalogo di Vasco, presentato in anteprima al Festival del Cinema di Venezia.

Vasco Rossi: Quante volte, il video

A005_C001_0422I6Dopo aver impresso anche sul Festival di Venezia il suo inconfondibile marchio di fabbrica, VASCO ROSSI ha pubblicato Quante Volte, il suo nuovo video, intensa e struggente ballad estratta dall’album Sono Innocente.

GUARDA IL VIDEO DI QUANTE VOLTE

Il video è stato estratto dal film Il Decalogo di Vasco (che andrà in onda il 26 settembre in seconda serata su Raitre), presentato proprio durante la rassegna cinematografica. “Sono un attore a mia insaputa – ha dichiarato Vasco durante la presentazione del film – ma Masi (Fabio, il regista, ndr) ha colto l’essenza del Vasco uomo e del Vasco personaggio”.

 

Vasco Rossi: Il Decalogo a Venezia

Il Decalogo di Vasco_Press release RAI-1Noi pensiamo di essere i nostri pensieri, ma in realtà i pensieri sono delle cose che nascono un po’ da sole…” È una delle citazioni di VASCO ROSSI presenti nel film di Fabio Masi Il Decalogo di Vasco, nel quale l’uomo e la rockstar si raccontano. Il film verrà presentato in anteprima al Festival del Cinema di Venezia, presente lo stesso Vasco, venerdì 11 settembre, alle ore 21, presso la Sala Darsema del Lido.

Questo il commento del regista del film: “Il Decalogo di Vasco è un surreale monologo interiore della “Sagoma” di Vasco Rossi. Un viaggio di due amici apparentemente senza meta che risponde ad un interrogativo immediato: dove stanno portando la sagoma?… Nell’opera emerge il conflitto tra l’essere o non essere la rockstar, rappresentato nei pensieri e nelle riflessioni di Vasco…Schermata 2015-09-02 a 13.11.38

I capitoli del film, appunto dieci, procedono tra visioni ed emozioni, sogni e incubi, conscio ed inconscio, toccando temi esistenziali anche duri ma facendolo con la leggerezza e l’ironia che accomunano il regista Masi a Vasco Rossi.

I DIECI CAPITOLI

1 Preludio

2 Retrofronte del Palco

3 Vascologia

4 Niente di Vero

5 Profondo Rossi

6 Metodo Parazza

7 InKurtZioni

8 Cartone Animato

9 Essere Vasco

10 Il decalogo di Vasco.

Nell’ultimo capitolo gli autori annunciano una sorprendente anticipazione.

Dopo la presentazione a Venezia, il film verrà trasmesso su Rai3 Domenica 20 Settembre in seconda serata

La trama:

Un immaginario quanto reale “viaggio” che due amici sono costretti a fare con…il ” Cartone Animato” di Vasco Rossi.   Se ne vedono e…sentono di belle in  una 500 con l’ingombrante “sagoma” in cartone altezza uomo,  di Vasco Rossi! Il  vero protagonista del film è la “sagoma” di Vasco, il suo avatar, la  sigaretta (…elettronica) in bocca e lo sguardo azzurro sempre oltre, che ispira parole e pensieri liberi. Sogni e incubi. Tra il conscio e l’inconscio.

  GUARDA IL TRAILER DEL FILM