Negrita e Ligabue: rock senza confini

È innegabile che la dimensione live sia quella che più si addice ai Negrita ed è per questo che, dopo il successo dell’ultimo album in studio 9, la rock band toscana ora torna con un cofanetto dal vivo dal titolo 9 LIVE in uscita il 4 marzo.

Copertina singolo digitale - rszLa nuova edizione dell’album (Cd + Dvd) contiene: un CD con  nove versioni live tratte dall’album in studio, due brani inediti I tempi cambiano, Quelli che non sbagliano mai e una versione acustica del brano Se sei l’amore. Un DVD con le immagini del concerto di Milano registrato al Mediolanum Forum il 18 Aprile 2015 oltre al docu-film Under My Skin, registrato al Grouse Lodge Studio di Rosemount (Irlanda) durante le sessioni di registrazione di 9.

L’album è anticipato dal brano inedito I Tempi Cambiano il cui inciso è stato scritto dai Negrita a quattro mani con Luciano Ligabue. Il brano sarà in rotazione radiofonica, digital download e su tutte le piattaforme streaming da Venerdì 29 Gennaio. Il singolo sarà seguito da un videoclip in cui sarà presente con un cameo lo stesso Ligabue.

GUARDA COME LUCIANO LIGABUE RACCONTA LA GENESI DELLA COLLABORAZIONE CON I NEGRITA

 Tracklist CD

1.       I tempi cambiano

2.       Quelli che non sbagliano mai

3.       Mondo Politico

4.       Il Gioco

5.       Poser

6.       Se sei l’amore

7.       1989

8.       Que serà serà

9.       Baby I’m in love

10.   Ritmo umano

11.   Vola via con me

12.   Se sei l’amore (Alternative Love Version)

Tracklist DVD

1.       Mondo politico

2.       Poser

3.       Baby, I’m in love

4.       In ogni atomo

5.       Cambio

6.       Se sei l’amore

7.       1989

8.       Brucerò per te

9.       La tua canzone

10.   E sia splendido

11.   Radio Conga

12.   Bambole

13.   Il libro in una mano, la bomba nell’altra

14.   Rotolano verso sud

15.   A modo mio

16.   Ho imparato a sognare

17.   Il Gioco

18.   Che rumore fa la felicità?

19.   Mama Maé

20.   Gioia Infinita

21.   Under My Skin (Docu-Film)

negrita2016_previewDal 19 febbraio, i Negrita torneranno live con una serie di concerti nei club italiani.

ECCO LE DATE

19.02 FONTANETO D’AGOGNA (NO), Phenomenon
20.02 CEREA (VR), Area Exp “La Fabbrica”
25.02 S.BIAGIO CALLALTA (TV), Supersonic Arena
26.02 NONANTOLA (MO), Vox
27.02 CESENA, Vidia
29.02 CESENA, Vidia (NUOVA DATA!)
03.03 TORINO, Hiroshima
04.03 TORINO, Hiroshima
06.03 MILANO, Alcatraz
07.03 MILANO, Alcatraz
10.03 FIRENZE, Obihall
11.03 ROMA, Orion
12.03 SENIGALLIA (AN), Mamamia
17.03 NAPOLI, Casa Della Musica
18.03 BARI, Demode`
19.03 MAGLIE (LE), Industrie Musicali
25.03 PERUGIA, Afterlife
26.03 SORA (FR), Fiera
01.04 BOLOGNA, Estragon
02.04 PORDENONE, Il Deposito
03.04 ROVERETO (TN), Palasport
07.04 BRESCIA, Latte +
08.04 GENOVA, Piazza Delle Feste / Porto Antico
09.04 ASTI, Palco 19

Negrita: ritorno nei club

negrita2016_previewA un certo punto si sono fermati, si sono guardati in faccia e si son detti: “Oh, da quant’è che non suoniamo nei club” – “Dodici anni”- “Ma Veramente”? – “Sì” – “Che dite, facciamo la mattata”? – “Va bene, facciamola”.

E alla fine, la mattata, come la chiamano loro, i NEGRITA l’hanno fatta veramente. È di oggi infatti l’annuncio che la band aretina, dopo un lungo tour estivo che ha attraversato tutta l’Italia, si esibirà in diciotto date nei più rinomati club italiani a partire dal 19 Febbraio fino al 3 Aprile.

Si, è vero. Negli ultimi anni ci siamo tolti molte soddisfazioni” – raccontano i Negrita. “Abbiamo suonato in Palasport, Arene all’aperto, acustici nei Teatri, Musical, e pure in 5 o 6 tour all’estero. Non male per una band italiana che vive la sua maturità nel bel mezzo di due crisi mostruose: una discografica e l’altra economica globale. Noi siamo abituati a guardare avanti. E avanti andremo. Ma indietro? Indietro c’è il romanticismo. Se facciamo un’analisi al netto delle ambizioni, le centinaia di concerti degli inizi, fatti nei locali di tutta Italia, rimangono un tatuaggio indelebile. La pressione sonora e umana nei club è ineguagliabile. La condensa che scende giù dalle pareti, il sudore che libera voglia di vita mentre i tuoi pori assorbono altre energie pure, è come benzina super per una band. E il nostro sound ci ha sempre guadagnato. Se dovessero chiederci dov’è che un certo tipo di rock si esprime meglio, beh… la risposta sarebbe semplice. E lo diciamo subito: quelle nei club non saranno serate riposanti.Non saranno concerti come gli altri. Recupereremo pezzi dal cilindro senza fondo della nostra storia. Stiamo elaborando una scaletta fatta di muscoli e distorsioni.
Senza tregua. Che fate? Passate?”

LE DATE

19.02 FONTANETO D’AGOGNA (NO), Phenomenon
20.02 CEREA (VR), Area Exp “La Fabbrica”
25.02 S.BIAGIO CALLALTA (TV), Supersonic Arena
26.02 NONANTOLA (MO), Vox
27.02 CESENA, Vidia
03.03 TORINO, Hiroshima
06.03 MILANO, Alcatraz
10.03 FIRENZE, Obihall
11.03 ROMA, Orion
12.03 SENIGALLIA (AN), Mamamia
17.03 NAPOLI, Casa Della Musica
18.03 BARI, Demodè
19.03 MAGLIE (LE), Industrie Musicali
25.03 PERUGIA, Afterlife
26.03 SORA (FR), Fiera
01.04 BOLOGNA, Estragon
02.04 PORDENONE, Il Deposito
03.04 ROVERETO (TN), Palasport

 

Negrita: un concerto per dire grazie

Portraits in Grouse Lodge with Dara Munnis.

Anno fantastico, per i NEGRITA. Un disco, 9, certificato “d’oro” e un tour estivo, seguito del fortunato tour primaverile, che ha regalato parecchi sold out alla band aretina.

E proprio per ringraziare il proprio pubblico, Pau e soci hanno deciso di regalare un concerto di “fine tour” che si terrà mercoledì 9 settembre al Ritmika festival di Moncalieri (Torino). Un’occasione unica che permetterà alla band di esibirsi in uno show ad ingresso gratuito.

 LE PROSSIME DATE DEL TOUR DEI NEGRITA:

 28.08 SAN MARINO, Piazzale Cava degli Umbri

30.08 ROMA, Postepay Rock In Roma

01.09 TAORMINA, Teatro Antico di Taormina

04.09 PRATO, Piazza Duomo

05.09 VARESE, Palawhirlpool

06.09 TREVISO, Home Festival

08.09 BRESCIA, Piazza Della Loggia

09.09 MONCALIERI (TO), Ritmika Festival – show di fine tour ad ingresso gratuito

GUARDA IL VIDEO DI 1989

Negrita: parte il tour estivo

NEGRITA_9_Cover AlbumParte oggi, giovedì 23 luglio, da Villafranca (VR) il tour estivo dei NEGRITA. Nella suggestiva cornice del castello Scaligero, la band, dopo aver riempito i palazzetti lo scorso aprile, torna sul palco per un’altra manciata di date. Il tutto per celebrare anche e soprattutto il successo incredibile del loro nuovo album, 9, certificato già disco d’oro.

Dall’album sono stati estratti i singoli Il Gioco, pubblicato lo scorso febbraio, e 1989, attualmente in rotazione radiofonica.

GUARDA IL VIDEO DI 1989

LE DATE DEL TOUR

23.07 VILLAFRANCA (VR), Castello Scaligero

24.07 LUGANO, City Beats Festival

25.07 REGGIO EMILIA, Stadio Mirabello

30.07 NOLA (NA), Vulcano Buono

01.08 CAGLIARI, Arena Sant’Elia

02.08 OLBIA-TEMPIO (OT), Golfo Aranci

07.08 GUBBIO (PG), Piazza Grande

16.08 PORTO SELVAGGIO – NARDO’ (LE), Masseria Torrenova

17.08 OSTUNI (BR), Foro Boario

18.08 MONTEPRANDONE (AP), Cose Pop Festival

20.08 CASTEL DI SANGRO (AQ), Palasport

22.08 CASTAGNOLE DELLE LANZE (AT), P.zza San Bartolomeo

28.08 REP. SAN MARINO, Cava degli Umbri

30.08 ROMA, Postepay Rock In Roma

01.09 TAORMINA (ME), Teatro Antico

04.09 PRATO, Piazza Duomo

05.09 VARESE, PalaWhirlpool

06.09 TREVISO, Home Festival

08.09 BRESCIA, Piazza della Loggia

I biglietti sono disponibili su livenation.it, ticketone.it e in cassa la sera dello show

 

Negrita: 1989, nuovo video

NEGRITA_9_Cover AlbumSecondo singolo estratto dal fortunatissimo cd dei NEGRITA 9. Dopo Il gioco, ora tocca a 1989Questo brano è rimasto in un cassetto per una decina d’anni – racconta Pau – Per fortuna Cesare ed io siamo due buoni archivisti, così ogni tanto ritroviamo cose che sarebbe stato un peccato perdere“.

Il video (GUARDA) prodotto da Marco Morano per Hoxtonlab e diretto dal collettivo londinese The Secret Family, è stato girato a Londra ripercorrendo in barca il Regent’s canal. I Negrita a bordo di una “narrow boat”, tipica imbarcazione dei canali Londinesi, fanno un viaggio metaforico attraverso il tempo e le circostanze che nel 1989 hanno cambiato il mondo: dalla caduta del muro di Berlino alle proteste di piazza Tienammen in Cina, dalla storia musicale di quegli anni alle lotte sociali.

Dal 23 luglio parte da Villafranca di Verona il tour estivo dei Negrita. Ecco tutte le date: 23 luglio al Castello Scagliero di Villafranca – Verona, il 24 luglio al “City Beats Festival” di Lugano, il 25 luglio allo Stadio Mirabello di Reggio Emilia, il 30 luglio  al Vulcano Buono di Nola – Napoli, l’1 agosto all’Arena Sant’Elia di Cagliari, il 7 agosto nella Piazza Grande di Gubbio – Perugia, il 16 agosto alla Masseria Torrenova di Porto Selvaggio, Nardò – Lecce, il 17 agosto al Foro Boario di Ostuni – Brindisi, il 18 agosto al “Cose Pop Festival in Piazza dell’Unità a Monteprandone – Ascoli Piceno, il 20 agosto al Palasport di Castel di Sangro – Aquila, il 22 agosto in Piazza San Bartolomeo di Castagnole delle Lanze – Asti, il 28 agosto a Cava degli Umbri della città di S. Marino – Repubblica di San Marino, il 30 agosto al “Postepay Rock in Roma” di Roma, l’1 settembre al Teatro Antico di Taormina – Messina, il 4 settembre in Piazza Duomo a Prato, il 5 settembre al PalaWhirpool di Varese, il 6 settembre all’”Home Festival” di Treviso, l’8 settembre in piazza della Loggia a Brescia.

I biglietti sono in vendita su livenation.it e ticketone.it

www.negrita.com

www.facebook.com/negritaband

 

Negrita: nuove date del tour estivo

NegritaÈ in assoluto l’anno d’oro dei NEGRITA! Che dopo il successo ottenuto nei palasport con il loro tour primaverile, si apprestano a tornare sul palco a luglio. Dove proporranno tutti i loro più grandi successi ma soprattutto le canzoni del loro ultimo album 9 che contiene Il Gioco, la canzone attualmente più trasmessa dalle radio italiane.

Proprio oggi sono state aggiunte ulteriori date a quelle già comunicate. In particolare, si aggiungono Lugano, Porto Selvaggio – Nardò (Le), Ostuni (Br), Varese, Treviso e Brescia.

 A seguire tutte le date attualmente confermate:

23.07 VILLAFRANCA (VR), Castello Scaligero

24.07 LUGANO, City Beats Festival

25.07 REGGIO EMILIA, Stadio Mirabello

30.07 NOLA (NA), Vulcano Buono

01.08 CAGLIARI, Arean Sant’Elia

07.08 GUBBIO (BG), Piazza Grande

16.08 PORTO SELVAGGIO – NARDO’ (LE), Masseria Torrenova

17.08 OSTUNI (BR), Foro Boario

18.08 MONTEPRANDONE (AP), Cose Pop Festival

20.08 CASTEL DI SANGRO (AQ), Palasport

22.08 CASTAGNOLE DELLE LANZE (AT), P.zza San Bartolomeo

28.08 REP. SAN MARINO, Cava degli Umbri

30.08 ROMA, Postepay Rock In Roma

01.09 TAORMINA (ME), Teatro Antico

04.09 PRATO, Piazza Duomo

05.09 VARESE, PalaWhirlpool

06.09 TREVISO, Home Festival

08.09 BRESCIA, Piazza della Loggia

 

I biglietti delle nuove date saranno disponibili a breve su livenation.it e ticketone.it

Negrita: le date del tour estivo

Portraits in Grouse Lodge with Dara Munnis.

Portraits in Grouse Lodge with Dara Munnis.

Dopo l’ottimo riscontro di pubblico di queste prime date primaverili e dopo gli entusiasmanti risultati di vendita del loro ultimo album, i NEGRITA annunciano che il loro tour continuerà anche in estate.

QUESTE LE DATE AD OGGI CONFERMATE

23.07  Villafranca (Vr), Castello Scaligero

25.07  Reggio Emilia, Stadio Mirabello

30.07  Nola (Na), Vulcano Buono

01.08  Cagliari (Ca), Arena S.Elia

07.08  Gubbio (Pg), Piazza Grande

18.08  Monteprandone (Ap), Cose Pop Festival – Piazza Dell’Unità

20.08   Castel di Sangro (Aq), Palasport

22.08  Castagnole delle Lanze (At), Piazza S.Barolomeo

28.08  Repubblica di S.Marino, Cava Degli Umbri

30.08  Roma, Postepay Rock In Roma

01.09  Taormina (Me), Teatro Antico

04.09  Prato (Po), Piazza Duomo

 Biglietti in vendita su livenation.it e ticketone.it a partire dalle ore 10.00 di martedì 5 maggio.

Il nuovo disco 9, lanciato dal singolo Il Gioco (GUARDA IL VIDEO)”, contiene 13 brani che recuperano in pieno la matrice rock della band aretina. “I nostri dischi precedenti – ha dichiarato Drigo –  nascono all’insegna di viaggi importanti. Questi viaggi ci hanno sempre portato in paesi e territori alternativi rispetto alla scena rock: Brasile, Argentina, Spagna. Qui al Grouse Lodge, in Irlanda, si respira l’aria e l’atmosfera che permeava i dischi che abbiamo ascoltato nell’adolescenza. Qui siamo effettivamente nel cuore del Rock”.

Negrita: con 9 abbiamo ritrovato le nostre radici rock

Negritaè un numero sacro in numerologia poiché è il risultato del 3 moltiplicato per se stesso. 3×3 completa l’eternità, rappresenta la Triade, la soddisfazione spirituale, il conseguimento dell’obiettivo, principio e fine. Da questo punto di vista mai numero fu più appropriato per titolare il nuovo album dei NEGRITA (9, appunto), che sta letteralmente impazzando ovunque, su iTunes come sulla classifica dei più venduti. E il tour nei palazzetti legato al medesimo album sta facendo registrare continui sold out. Pau & Co. ci raccontano i segreti di questo loro ultimo lavoro…

Quando sono nate le canzoni del vostro nuovo disco di inediti  9?

Sono tutte figlie del nostro periodo romano, di quei due mesi in cui eravamo impegnati con il musical Jesus Christ Superstar. È stata un’esperienza abbastanza straniante, non essendo abituati ad essere residenziali e non essendo degli specialisti del musical, ci siamo trovati nell’unico musical che poteva starci addosso. Ovviamente si andavano sovrapponendo i tempi con la discografia: mattina e pomeriggio eravamo in studio a Roma per comporre e arrangiare i pezzi dell’album mentre ogni sera eravamo in scena al Sistina a rappresentare un’opera a parer nostro stupenda. È ovvio che le due cose si sono influenzate tanto da farci venir voglia di essere travolti da quella condizione di vita e di suono che attraversa il musical. Abbiamo usato i ritmi legati a quel periodo (anni ’60 -’70), in cui si sperimentava e il rock iniziava ad avere delle pretese più alte rispetto ai primi anni ’60. Volevamo comunque realizzare un disco di cuore e non abbiamo potuto fare a meno di inserire anche una piccola venatura anni ‘80 (visto che apparteniamo a quegli anni). 9 è per noi un lavoro dell’anima, ricco di emozioni radicate.

Il singolo che ha anticipato l’uscita del disco è Il Gioco: che differenza c’è tra “rotolare verso sud” e “guidare verso nord”?

La strada non cambia, si tratta di un percorso musicale. Quando abbiamo deciso di rotolare verso sud andavamo alla ricerca della latinità, di radici profonde in un universo spesso estraneo alle logiche discografiche. Con 9 invece abbiamo voluto ripercorrere le radici anglosassoni della nostra musica e il nostro percorso adolescenziale, con la piena consapevolezza di essere nel 2015 e quindi con la voglia di ricollocare questa nostra esperienza nel presente. “Il Gioco” è un viaggio nelle strade tortuose della vita. Un uragano emotivo che travolge ricordi ed intenzioni, nel gioco più complesso col quale ogni essere umano è alle prese: la sua stessa esistenza.

Perché avete deciso registrarlo in Irlanda?

I nostri dischi precedenti nascono all’insegna di viaggi importanti, in territori alternativi rispetto alla scena rock: Brasile, Spagna, Argentina. Questa volta la decisione di andare sino a Dublino non è stata una scelta per recuperare il senso del folk celtico, che non compare nel disco, ma perché lì abbiamo rivissuto l’atmosfera dei dischi che ascoltavamo e divoravamo durante l’adolescenza. Il Grouse Lodge, studio che ci è stato consigliato da un amico, aveva tutte le caratteristiche che ci servivano per registrare l’album: immerso nella campagna, silenzioso, lontano da distrazioni e con tutti i requisiti tecnici necessari. Inoltre in questo stesso studio hanno inciso diversi artisti importantissimi da Michael Jackson ai Muse, dai R.E.M. agli Snow Patrol.

Cosa ci raccontate della simbologia della cover di 9? Gli elementi che la compongono hanno un significato particolare?

Nell’album c’è una canzone che si chiama Niente è per caso. Noi siamo convinti che la musica sia un lavoro, ma abbia anche un aspetto magico ed esoterico. Abbiamo una spiritualità un po’ contraddittoria e quindi abbiamo scelto il Buddha di fianco nella copertina, che sembra essere la giusta mediazione. Ma ciò che rende così particolare l’iconografia della cover dell’album è la sua casualità: non ci siamo messi lì a comporla, è semplicemente venuta così.

Poser è esplicitamente un brano di denuncia. Cosa potete dirci in merito?

In realtà il testo di Poser è scritto a quattro mani con il Cile, ed è stato molto divertente realizzarlo. L’intento era quello di ironizzare un po’ senza prendersi troppo sul serio. Però anche ironizzando si possono dire delle buone verità ed noi vogliamo rimarcare una certa origine: non esistono più band che arrivano direttamente dalla strada, non esistono più i club e un pubblico fisico che si sbatte uscendo di casa d’inverno per andare in un club umidiccio a sentire musica però, per quanto ci riguarda, è la nostra storia e pensiamo che la musica che tutti noi ascoltiamo da decenni sia nata in questo modo. Quello che sta succedendo adesso alla musica è una cosa nuova, che è giusto che ci sia, ma questo non determina l’impossibilità di poter scegliere una strada alternativa, altrimenti sarebbe davvero un po’ triste. Abbiamo come la sensazione, lo diciamo noi perché forse abbiamo un po’ il canino avvelenato, che non si voglia più una verità ma solo dei format e dei prodotti preconfezionati.

Cosa significa per voi 1989?

1989 è un brano che cerca di raccontare quello che eravamo in quegli anni, sia come uomini che come musicisti. Non a caso è un brano riposto lì da 12 anni, uno spunto musicale che avevamo composto per l’album ‘L’uomo sogna di volare’ (la nostra prima avventura americana) ma che non aveva il giusto sound per quello che stavamo pensando in quel momento. L’anno scorso, quando abbiamo iniziato a fare i pezzi nuovi, Cesare è andato in archivio e ha tirato fuori questo pezzo che ci sembrava potesse sposarsi benissimo con le idee che avevamo per 9. Pezzo vecchio e tematica anziana, sposalizio perfetto. Parla dell’89 anno di svolta per la nostra generazione, sono successe tante cose importanti, come il crollo del muro di Berlino, e volevamo raccontarle perché all’epoca nessuno ci faceva fare dischi.

State presentando questo vostro nuovo album in giro per l’Italia, nei palazzetti. Quale era la vostra idea di live per questo album?

Per quanto riguarda il live l’idea era quella di portare in giro per l’Italia uno spettacolo di musica rock, più vera possibile. Abbiamo due nuovi elementi nel gruppo uno è Gando, il tastierista, che aveva già partecipato nel tour teatrale e acustico, e poi c’è il nuovo bassista, Giacomo, che suona con noi da un anno. Il tour non è qualcosa di diverso da quello a cui i fan sono abituati, noi vogliamo esprimere tutta la nostra energia. Questo tour nei Palasport infatti è caratterizzato da schermi che riprendono quello che succede sul palco, le nostre espressioni, come ci muoviamo… Crediamo che questo possa essere un punto di forza, perché così riusciamo ad arrivare non solo a chi sta nelle prime file ma a tutto il pubblico.

 

NEGRITA_lr_finale_dateLe prossime date del tour

Il 17 aprile al Pala Alpitour di Torino

il 18 aprile al Mediolanum Forum di Assago (Milano)

il 21 aprile al Palalottomatica di Roma

il 23 aprile al Pala Giovanni Paolo II di Pescara

il 25 aprile al Palasport di Pordenone

 

 

 

Negrita: Under the skin, viaggio nel cuore del rock

Negrita fotografati da Dara Munnis fuori i Grouse Lodge

Negrita fotografati da Dara Munnis fuori i Grouse Lodge

Domani, mercoledì 15 aprile, appuntamento in prima serata su Sky Arte Hd con i NEGRITA protagonisti del docu-film Under the Skin che racconta la lavorazione del nuovo album della band toscana, 9.

I Negrita aprono nell’occasione le porte degli studios dove hanno registrato il nuovo disco, il mitico residential recording studio Grouse Lodge di Rosemount, in Irlanda, un posto dove hanno lavorato, tra gli altri, Muse e  R.E.M.

Nel frattempo, la band continua il tour nei palazzetti di tutta Italia. Ecco le prossime tappe: martedí 14 aprile, al Palafabris di Padova; 17 aprile al Pala Alpitour di Torino; 18 aprile al Mediolanum Forum di Assago (Milano); 21 aprile al Palalottomatica di Roma; 23 aprile al Pala Giovanni Paolo II di Pescara; 25 aprile al Palasport di Pordenone.