Mannarino: Scendi giù vince il premio Amnesty International 2015

MANNARINO-2014_foto-di-Paolo-Palmieri-(7)È Scendi giù, tratto dall’album Al Monte, di ALESSANDRO MANNARINO la canzone che vince quest’anno il premio Amnesty International Voci per la libertà. La premiazione avrà luogo domenica 19 luglio a Rosolina Mare (Rovigo). “Sono davvero onorato che ‘Scendi giù’ abbia ricevuto questo riconoscimento – ha dichiarato Mannarino. Tra le mie canzoni è una di quelle a cui tengo di più. Negli ultimi anni abbiamo assistito a molti episodi orribili di uccisioni, torture e violenze commesse da fantasmi in divisa, abbiamo ascoltato sentenze di assoluzione più violente delle botte stesse. A volte mi sono ritrovato a pensare allo Stato come a un padrone che ha paura del suo cane da guardia. Le sentenze sui fatti di Genova del 2001 e le morti di Federico Aldrovandi e Stefano Cucchi mi hanno spinto a cercare una giustizia non terrena, inutile, eterea, ma implacabile: la giustizia del pensiero, della fantasia, dell’arte.Nella canzone il detenuto ucciso a botte dai secondini diventa un fantasma che porta avanti la sua vendetta, una vendetta naïf, una vendetta impossibile, solamente sognata. Ma per me, poterla sognare, è stato come poggiare bende intrise di unguento su ferite profonde, come dire ‘possiamo sognarlo, possiamo cantarlo, possiamo uccidervi senza torcervi un capello, con il nostro sorriso e la nostra fantasia’.Puoi fermare un corpo, puoi smembrare un movimento, ma i pensieri volano liberi, attraversano i muri e le sbarre. Quelli, i pensieri, non li puoi carcerare, non li puoi picchiare, non li puoi uccidere”

GUARDA IL VIDEO