Coldplay: domenica ospiti a Che tempo che fa

Domenica 13, alle ore 20.00, a Che tempo che fa (Rai3), il frontman Chris Martin al piano e voce e il chitarrista Jonny Buckland eseguiranno dal vivo alcuni brani tratti dal settimo LP in studio dei Coldplay, tra cui la ballata Everglow. Un gustoso antipasto del piatto forte estivo quando la band di Chris Martin suonerà allo stadio San Siro di Milano (il 3 e 4 luglio), due concerti che hanno registrato in brevissimo tempo il tutto esaurito. Da ricordare che domenica scorsa agli MTV EMA 2016 a Rotterdam i Coldplay hanno vinto per il secondo anno consecutivo nella categoria Best Rock.

GUARDA IL VIDEO DI EVERGLOW (LIVE AT BELASCO THEATER)

Coldplay: Up&Up, il nuovo, bellissimo video

È sicuramente il video più bello mai realizzato dai Coldplay e probabilmente, a detta dello stesso Chris Martin,”uno dei più belli  mai stati fatti“. Stiamo parlando del video di Up&Up, ultimo singolo estratto dall’album A Head Full Of Dreams. Realizzato da due giovani registi israeliani, Vania Heymann e Gal Muggia, ha effetti speciali incredibili e racconta, attraverso immagini che lasciano senza fiato, il mondo, la sua bellezza, i suoi drammi e le sue tante contraddizioni.

GUARDA IL VIDEO DI UP&UP

Giosada: l’importanza di suonare per… 8 euro!

BOOKLET bis_Layout 1Un passato da suonatore errante con band, fatto di porte chiuse in faccia, concerti non pagati, jam session improvvisate, e certe notti fatte di rock in locali improbabili. Poi la scelta di X Factor, e la vittoria. A due mesi dal suo trionfo nel talent oggi incontriamo GIOSADA. L’impressione che ti trasmette è quella della forza dell’esperienza. Non è il ragazzino alle prime armi, emozionato e confuso. Giovanni è sereno, rilassato, sa esattamente quello che vuole e possiamo riassumerlo semplicemente con una parola: musica, possibilmente rock…

Sappiamo che prima di partecipare eri molto diffidente verso X Factor…

«È vero. temevo potesse cambiarmi. Trasformarmi. Poi invece mi son detto che forse avrei potuto volgere la situazione a mio vantaggio. Potevo far conoscere la nostra musica ad una platea molto più ampia, e cosi è stato. L’esperienza a X Factor è stata davvero bella, posso dirlo. Tra noi in gara c’era un clima bellissimo.È successo quello che solitamente accade nei circuiti underground ovvero i ragazzi che suonano, si conoscono e si mettono insieme a suonare. Si formano nuove band e si sta insieme, senza nessuna voglia di prevaricare l’altro ma, al contrario, solo con la volontà di suonare bene. Niente rivalità. Ti dico solo che ad un certo punto io, gli Urban Stranger e Davide Shorty eravamo d’accordo che saremmo comunque stati soddisfatti se avesse vinto uno di noi tre. E questo ti fa capire quanto eravamo uniti.È stata una mossa che mentalmente ci rilassava perché comunque in quel modo potevamo dividere per tre la tensione della gara, il peso della vittoria. L’amicizia è rimasta ed è solida più che mai. Ed è cosi che è nata l’idea del Baell Squad Tour. Non ci siamo più fermati. Pensa che il 23 dicembre io e gli Urban abbiamo improvvisato un concerto per strada. Poi a Natale, il tempo di fare pranzo, che Gennaro è venuto a casa mia poi il giorno dopo anche Alex. Siamo stati molto insieme a provare riprovare e definire il nostro progetto il Baell Squad Tour. Faremo di tutto per realizzarlo.»

Giosada e i baell squad

Giosada e i Baell Squad

Cosa significa Baell?

«È  un intercalare tipicamente barese. Indica un’attitudine, uno stato d’animo, quando dici che una cosa è baell che ti fa stare bene dici che è baell insomma qualcosa di molto simile a figo…»

Subito dopo X Factor è uscito il tuo Ep intitolato GIOSADA, a quando il tuo album?

«Ci stiamo lavorando da Natale, anzi da subito dopo Natale, io e la mia band, i Barismoothsquad. Vogliamo fare le cose per bene, seguire tutto l’iter senza andare di fretta»

A differenza di altri concorrenti sei arrivato a X Factor con una bella gavetta sulle spalle. Ci racconti il tuo primo tour, anni fa, l’imporcon i Waiting for better days?

«Inizio col dirti che risale al 2009 ovvero l’anno più bello della mia vita! Ti racconto la situazione. È l’anno della maturità ma voglio andare in Sardegna, 10 luglio c’è il al concerto degli Ignite, una super band che fa punk rock californiano. Che fare? Falsifico la locandina, mi credono. Riesco a rinviare gli esami. A quel punto è iniziata l’avventura, in giro con un furgone abbiamo suonato ovunque, da luglio a settembre, in giro per l’Europa. Un’ esperienza on the road dove ci è successo di tutto.»

Ad esempio?

«Beh posso raccontarti cosa ci capitò in Portogallo. Eravamo arrivati in una zona che sembrava il deserto. C’era una una specie di baracca e lì organizzavano il concerto. Io avevo un brutto presentimento. Organizzavano il concerto alcuni punkabbestia del posto. E già questo non mi faceva stare tanto tranquillo… Comunque suonammo, anche se davanti a due, al massimo tre, spettatori, ma suonammo. Poi andammo a dormire nel nostro furgone. Il giorno dopo vennero a pagarci il concerto. Avevano racimolato 8 euro e ce li diedero tutti in monetine!! Erano dispiaciuti e volevano integrare a tutti i costi in un altro modo…»

In quale?

«Ci dissero che avevano diversi tipi di sostanze proibite, non avevano che l’imbarazzo della scelta. In pratica un pagamento metà contanti metà in droghe (ride..) Ovviamente non accettammo, non era proprio il caso. Comunque è stata tutta esperienza. Il primo consiglio che do ai ragazzi che vogliono intraprendere questa strada, è proprio questo: non sottovalutate mai l’importanza della gavetta, del prendere le porte in faccia, del suonare ovunque, in metro, in stazione, sul marciapiede… è tutta esperienza che poi vi tornerà utile»

_DSC5511_MIn questi giorni c’è Sanremo, non ci hai fatto un pensierino?

«Ho scelto di starmene tranquillo, concentrato sulle mie cose, la mia musica. E poi davvero, la mia vittoria a X Factor,, arrivata del tutto inaspettata, ha un po’ sconvolto tutto: ero convintissimo che vincessero gli Urban Strangers. Il bello è qualcuno, ad esempio il mio chitarrista, credeva che vincessi. Era felice, pazzo di gioia poi ho scoperto perché: aveva scommesso qualche euro sulla mia vittoria e ne aveva vinti 150!!  A parte le battute non c’era davvero il tempo materiale per preparare un pezzo, non  ci avevamo proprio pensato. Ciò detto Sanremo è una vetrina eccezionale e ovviamente non sarebbe male andarci ma con un pezzo mio, un pezzo che mi piaccia e mi convinca davvero. Però guarda, non mi faccio delle paranoie, ho tutto il tempo dalla mia parte…»

Hai fatto anche l’attore in un lungometraggio, “Priso – dove chi entra urla”, come è stata l’esperienza?

Un mio caro amico, Fabrizio Pastore, ha fatto un corso di regia poi insieme ad altri compagni di corso hanno fatto una sceneggiatura dalla quale poi hanno deciso di girare il film. Il mio amico me lo ha proposto. Era la sua opera prima e io ho accettato molto volentieri anche perché vengo dal teatro. Ho fatto almeno cinque anni di teatro. Secondo consiglio: se volete esibirvi in pubblico sia che vogliate partecipare ad un talent oppure diventare comunque musicisti oltre al duro lavoro, oltre al fatto di costruirvi la vostra gavetta, fate teatro, fatelo con convinzione.  Cercate di entrare in una compagna teatrale anche se piccola. È importantissimo. Cosi come è importante forgiarsi magari sbagliando, sbagliando e poi sbagliando ancora. Alla fine acquisti una padronanza del palcoscenico che ti aiuta un casino. L’ho visto a X Factor anche quando provavamo tutti insieme. Riuscivo a rimanere concentrato nonostante tutto quello che mi accadeva intorno.»

Hai un sogno da realizzare?

«Tanti, ma sopratutto uno: suonare su un palco con Eric Clapton. Un sogno che ho da bambino fin da quando fui “fulminato” da un film: “Tommy” dove c’era proprio Clapton insieme ad tante altre star come Elton John, Tina Turner, Roger Salteri… Pensa che imparai poi a memoria tutto il suo album Pilgrim.»

Che tipo di musica ascolti?

«Onestamente ascolto di tutto. Ma mi affido molto al momento a quello che sento in un preciso istante. Mi piace pensare per questo che non sono io che vado verso la musica ma è la musica che viene a cercarmi…»

                                                                                                                                                                                                                                                                                              di Alfredo Verdicchio

GUARDA IL SALUTO DI GIOSADA PER ROCKSTATION

Dave Gahan: nuovo disco con i Soulsavers

Dave Gahan - Angels & Ghosts album cover layered-86863543Anticipato dal singolo All of This and Nothing, in uscita oggi, ed in radio da domani 11 settembre 2015, il 23 ottobre Dave Gahan, voce dei Depeche Mode, pubblicherà un nuovo album insieme ai Soulsavers. Questo secondo disco, nato dal loro sodalizio, si intitola Angels & Ghosts ed è il seguito di The Light the Dead See del 2012.

GUARDA ALL OF THIS AND NOTHING (Lyric Video)

Per presentare live Angels & Ghosts, Dave Gahan e i Soulsavers terranno una serie di show esclusivi in sei intime e suggestive location negli USA e in Europa. Con una formazione di dieci elementi, il 19 ottobre debutteranno a Los Angeles e successivamente si esibiranno a New York, Londra, Berlino, Parigi e saranno a Milano il 4 novembre. I biglietti saranno messi in vendita il 18 settembre e alcuni show saranno trasmessi in streaming per soddisfare le richieste dei fan sparsi in tutto il mondo.

Per ulteriori informazioni sull’album e sugli show: www.davegahan.com o www.thesoulsavers.com

LE DATE

19 ottobre                         Los Angeles                       The Theatre at Ace Hotel

22 ottobre                         New York                           Town Hall

26 ottobre                         Londra                                Shepherds Bush Empire

30 ottobre                         Berlino                               Tempodrom

2 novembre                      Parigi                                  La Cigale

4 novembre                      Milano                                Fabrique

 Angels & Ghosts – Tracklist:

1.      Shine

2.      You Owe Me

3.      Tempted

4.      All of This and Nothing

5.      One Thing

6.      Don’t Cry

7.      Lately

8.      The Last Time

9.      My Sun

Neffa: ritorno con Sigarette

Cover-Sigarette-Neffa_bNEFFA è tornato. Mancava da due anni. Esattamente dal grande successo riscosso con il disco Molto Calmo contenente tre singoli certificati d’oro : Molto Calmo, Quando sorridi e Dove sei. Per il suo ritorno, Giovanni Pellino, questo il suo nome all’anagrafe, ha scelto un brano Sigarette, nuovo singolo che anticipa il suo ottavo progetto discografico la cui uscita è prevista per il prossimo settembre

“E’ un brano molto particolare ha dichiarato – Neffa – certo è molto orecchiabile sin dal primo ascolto ma, come dire, c’è di più. C’è qualcosa che non è nella musica né nelle parole. Qualcosa che è in grado di farmi venire la pelle d’oca. Spero che sia così anche per chiunque lo ascolti”

L’artista, considerato uno dei precursori dell’hip hop italiano e uno dei massimi esponenti del rap del nostro paese, ha anche mostrato nel corso della sua carriera, una straordinaria poliedricità anche come cantautore e produttore discografico. Sette dischi all’attivo e molti successi tra i quali vi ricordiamo Aspettando il sole, l’indimenticabile La mia signorina, Prima di andare via. Neffa è stato anche l’autore  della colonna sonora di del film Saturno Contro di Ferzan Ozpetek, il cui tema principale, Passione gli è valso il Nastro d’Argento 2007 per il miglior componimento musicale.

Il video di Sigarette (GUARDA) è stato girato nelle strade di Roma Bologna e Napol, la regia è di Cosimo Alemà.

Scorpions: tre date in Italia

scorpions_preview-1Per festeggiare i 50 anni di attività, gli SCORPIONS, band heavy metal tedesca ritornata prepotentemente alla ribalta lo scorso 25 febbraio con il cd Return to Forever, si sono regalati un tour mondiale. Tour che toccherà anche l’Italia, con tre date: a Roma il 9 Novembre (Palalottomatica), a Milano l’11 (Mediolanum Forum) e a Trieste il 13 (Palatrieste). Ricordiamo che Return To Forever è disponibile su CD, CD deluxe, doppio vinile, box in edizione limitata ed in digitale. Per questo disco gli Scorpions hanno inciso un totale di 19 brani: 12 sono contenuti nell’edizione standard e 16 nell’edizione deluxe dell’album.

Primo singolo estratto dall’album We Built This House (GUARDA IL VIDEO), così raccontata da Klaus Meine, cantante del gruppo: “Il brano racconta la nostra storia. Abbiamo costruito questa casa chiamata Scorpions mattone dopo mattone, e non senza fatica. Dagli esordi ad Hannover, ai primi concerti all’estero, fino al giorno d’oggi. Abbiamo fronteggiato forti tempeste, ma la casa ha retto a tutto: è stabile e resistente alle intemperie. Costruirla, però, non è stato solo faticoso, ma anche pieno di gioia. La musica e l’affetto dei fan – ai quali siamo estremamente riconoscenti – sono fonti di gioia immensa. Abbiamo lavorato sodo per realizzare questo sogno, ma ci riteniamo fortunati ad averlo potuto vivere per così tanto tempo e a poterlo vivere anche oggi”.

Slash: tra tour e nuovo album

slashlocCresce l’attesa per le due date estive nel nostro Paese di SLASH featuring Myles Kennedy & The Conspirators. L’ex chitarrista dei Guns N’ Roses si esibirà il 23 giugno a Roma (Rock in Roma, Ippodromo delle Capannelle) e il 24 ad Assago, Milano (Summer Arena)

INFO LIVE

Inizio concerti: ore 20.00

Apertura porte: ore 18.30

Prezzo del biglietto in prevendita: €40,00+d.p.

Prezzo del biglietto in cassa la sera dello show: €45,00

Intanto lo stesso Slash ha seccamente smentito l’intervista rilasciata dall’ex manager dei Guns N’ Roses Doug Goldstein dove si affermava che la causa della rottura tra il chitarrista e Axel Roses fosse legata a Michael Jackson. In breve: Axel non avrebbe gradito la collaborazione tra Slash e Michael per ragioni personali (Axel, molestato da bambino, considerava Jackson colpevole delle accuse di molestie). Da qui, la rottura. Niente di vero, ha replicato Slash. Che ha detto di non avere voglia di ascoltare le farneticazioni di Doug. 

Indipendentemente da come sia andata, non sono pochi quelli che sperano in una reunion che riporti on stage la formazione originaria dei Guns. Difficile, visto che Slash è completamente assorbito da questo suo nuovo progetto e ha annunciato che presto il nuovo album, che seguirà la pubblicazione di World On Fire del 2014, potrebbe vedere la luce.

GUARDA ANASTASIA LIVE

Rock in Roma 2015, la parola agli organizzatori

Si è svolta oggi martedì 14 aprile in Campidoglio la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2015 di Rock in Roma, ormai tradizionale kermesse estiva capitolina, alla presenza del sindaco Ignazio Marino, dell’assessore con delega ai grandi eventi Alessandra Cattoi e ovviamente degli organizzatori Sergio Giuliano e Maxmiliano Bucci.

rock in roma 2015 conf stampa

Il sindaco e l’assessore non hanno soltanto posto l’attenzione sul festival come ‘evento di rilevanza nazionale’, bensì come appuntamento che può contribuire concretamente ad uno slancio di credibilità internazionale della città.

Gli organizzatori Giuliano e Bucci hanno sottolineato come sia possibile ormai annoverare Rock in Roma ‘tra i primi 10 festival del mondo‘. Importante e in costante crescita la vendita di biglietti che finisce in mano agli stranieri, che è arrivata a toccare punte del 40%. La previsione del giro di affari stimata per il 2015 è superiore ai 10 milioni di euro.

Un festival che spazia dai grandi nomi del rock internazionale al pop più nostrano, diventato ormai polo di attrazione di spettatori da tutta Europa.

rock-in-romaL’evento si tiene, come da tradizione, presso l’Ippodromo delle Capannelle, in Via Appia Nuova 1255. Previsto un servizio bus-navetta e treni potenziati per collegare l’area di Capannelle con la Stazione Termini nel centro città.

 

Questo il cast di artisti e relative date annunciate ad oggi:

Alt J – 14 giugno

Slipknot + At The Gates + King 810 – 16 giugno 

Fedez – 20 giugno 

Sam Smith – 21 giugno

Slash featuring Myles Kennedy & The Conspirators  23 giugno

Mumford & Sons – 30 giugno

Damian “Jr.Gong“ Marley + special guest  01 luglio

The Chemical Brothers – 02 luglio

J-Ax – 4 Luglio

Robbie Williams – 7 luglio

Stromae  + Years & Years  8 luglio

Noel Gallagher – 9 luglio

Verdena – 14 luglio

Muse – 18 luglio

Litfiba – 24 luglio

Lenny Kravitz + Gary Clark Jr – 27 luglio

Tame Impala + Nicholas Allbrook – 26 agosto

Linkin Park – 6 settembre

Biglietti disponibili presso le prevendite abituali.

Iggy Pop: nuova band per l’iguana del rock?

DSC_2272byNate_Igor_SmithIntervistato recentemente alla radio (Radio BBC 6), IGGY POP ha rivelato di essere al lavoro con una nuova band. “In questo momento – ha raccontato l’iguana del rock – sto lavorando con dei musicisti inglesi molto bravi. Il groove è stupendo. Sono molto contento“.

A questo punto, non è chiaro se l’avventura con gli Stooges, suo storico gruppo, sia giunta al capolinea. Quel che è certo, come ha rivelato lui stesso, è che  presto il palco lo rivedrà protagonista per un nuovo tour. Chi sarà al suo fianco, beh, questo ancora è da vedere…

Vasco Rossi: “Sono Innocente”, il nuovo album

Sembrava la fine del mondo, ma Vasco  ancora qua. Messo definitivamente alle spalle il periodo difficile legato a problemi di salute, l’artista, dopo aver attraversato la scorsa estate la Penisola con una serie Vasco Rossi3902_HJF11.6.11_Vdi concerti rock tiratissimi, torna a graffiare l’anima con una ballata, “Come Vorrei”, intimista e struggente. Ballata che anticipa l’album, “Sono Innocente”, in uscita il prossimo 4 Novembre. Album che si preannuncia ricchissimo, visto che saranno ben 15 le canzoni presenti, come anticipato dallo stesso Vasco sul suo profilo facebook: “Nel nuovo album ci saranno 15 Canzoni: 10 INEDITE, 3 reloaded e 2 sorprendenti bonus tracks”. Non si hanno notizie di eventuali live a supporto del nuovo album. Probabile qualche data sparsa qua e là, per riconfermarsi ancora una volta il re del rock made in italy.