Linkin Park: Heavy, il nuovo singolo

I Linkin Park hanno annunciato il loro ritorno con il nuovo album One More Light in uscita il 19 maggio e il nuovo singolo Heavy, feat. Kiiara, già disponibile in streaming e download.

One More Light è il settimo album della band di Los Angeles. Il loro primo album, Hybrid Theory, è l’album di debutto di maggior successo di questo secolo nel loro paese ed è stato certificato “album di diamante” con oltre 10 milioni di copie vendute.

I Linkin Park saranno in concerto in Italia per l’ I-Days Festival di Monza il 17 giugno.

GUARDA L’OFFICIAL LYRIC VIDEO DI HEAVY

Simple Plan: due date in Italia

Per celebrare i quindici anni dal debutto del loro primo album di studio, i Simple Plan, una tra le band pop-punk più acclamate degli ultimi anni, tornano live con il tour che prende il nome da quel loro primo disco: No Pads, No Helmets…. Just Balls 15th Anniversary.  Abbiamo sentito che quest’occasione era importante per guardarsi indietro e per celebrare questa fantastica avventura che abbiamo vissuto come gruppo e come amici… “No Pads, No Helmets… Just Balls” ha cambiato tutto per noi e siamo emozionati all’idea di suonare di nuovo tutte queste canzoni e rivivere un momento delle nostre vite che è pieno di ricordi così meravigliosi”.

Il tour partirà l’11 marzo dal Canada e arriverà in Italia il 14 giugno a Padova (Gran Teatro Geox) e il 16 giugno a Milano (Fabrique). I biglietti saranno disponibili in prevendita al prezzo speciale di € 21,00 + diritti di prevendita grazie a www.iovado.club e Live Nation presale dalle ore 11.00 di Giovedì 9 Febbraio per sole 24 ore. Biglietti disponibili dalle ore 11.00 di Venerdì 10 Febbraio su www.ticketone.it

Ricordiamo che No Pads, No Helmets… Just Balls è stato certificato doppio Disco di Platino negli Stati Uniti e in Messico e ha conquistato il quinto Disco di Platino in Indonesia. In Australia, Giappone, Malesia, Repubblica delle Filippine è stato certifica Disco di Platinoe certificatoDisco d’Oro in Brasile, Nuova Zelanda, Singapore e Regno Unito. Nell’album sono presenti alcuni delle loro hit più famose come I’d Do Anything, I’m Just A Kid, Addicted e Perfect.

GUARDA IL VIDEO DI PERFECT

Green Day’s American Idiot: al Teatro della Luna fino al 12 febbraio

Green Day’s American Idiot,  in scena fino al 12 febbraio al Teatro della Luna di Milano, racconta la crescita di tre giovani amici, Johnny, Will e Tunny, alla ricerca di un senso della loro vita in una società fortemente influenzata dai media, intossicata e senza prospettive.

Nel settembre 2009 Green Day’s American Idiot, con la regia di Michael Mayer, ha debuttato al Berkeley Repertory Theatre, nella città natale dei Green Day, diventando dopo 6 mesi uno spettacolo di successo a Broadway, al St. James Theatre.  A Londra ha debuttato nel 2015 all’Arts Theatre con la regia di Racky Plews.

Questo racconto di formazione, scritto da Billie Joe Armstrong e Michael Mayer, vincitore di due Tony Awards®, è la prima punk rock opera che viene rappresentata in Italia per la regia di Marco Iacomelli. Lo spettacolo ha debuttato lo scorso 21 gennaio al Teatro Coccia di Novara, ottenendo un grande successo di pubblico.

L’energia di 21 giovanissimi attori, una band dal vivo, le musiche dei Green Day, scenografie ispirate a Basquiat, videomapping, luci stroboscopiche per la produzione italiana, terza al mondo dopo Broadway e Londra,

Green Day’s American Idiot è una co-produzione STM – Scuola del Teatro Musicale, Fondazione Teatro Coccia e Reverse Agency, con il sostegno di Fondazione CRT.

americanidiot.it

GUARDA IL TRAILER

Rockin’1000: the biggest rock band on earth

I sogni ogni tanto si realizzano, altrimenti non avrebbe nemmeno più senso sognare. Quello che un paio d’anni fa hanno realizzato un gruppo di ragazzi di Cesena ha fatto felici non solo loro, ma tutti gli appassionati di musica. In breve: i Foo Fighters sono in giro con il loro tour mondiale, il Sonic Highways World Tour, e hanno appena suonato nella Corea del Sud. Poi si sposteranno negli Stati Uniti e, a Novembre, arriveranno in Europa. Ma non a Cesena, che forse nemmeno sanno che esiste. E invece non solo esiste, ma ha un cuore rock’n’roll capace di vibrare così forte da coinvolgere più di 1000 musicisti che il 26 luglio 2015 nel Parco Ippodromo di Cesena  suonano all’unisono il brano Learn To Fly dei Foo Fighters, omaggio alla loro band preferita per convincerli ad aggiungere Cesena alle tappe del loro tour. Più che un sogno, effettivamente, un’utopia…

GUARDA IL VIDEO DI LEARN TO FLY – FOO FIGHTERS ROCKIN1000

Evidentemente anche le utopie, ogni tanto, smettono di essere tali e si concretizzano… Il video della performance (che, ad oggi, ha ottenuto oltre 34 milioni di visualizzazioni), arriva ai Foo Figheters che incredibilmente rispondono, aggiungendo a sorpresa al loro tour la data del 3 novembre al Carisport di Cesena. “Siete stati folli e avete fatto una cosa rivoluzionaria – dice Dave Grohl durante quel concerto. “Penso sia la prima volta che accade a una band di essere chiamata in questo modo dai fan. E allora vi dico una cosa: fatelo con tutti, con gli U2, con i Rolling Stones: e se vi rispondono di no, mandateli a quel paese“.

Quasi un anno dopo, il 24 luglio 2016, nello Stadio di Cesena davanti a 14.000 spettatori si svolge That’s Live: un vero e proprio concerto, primo ed unico nel suo genere con oltre 1000 musicisti che compongono la più grande rock band al mondo, Rockin’1000, appunto. Questa volta non c’è nessuna rock band da convincere a venire a suonare, ma semplicemente la voglia e il piacere di ritrovarsi e di stare insieme.  In quell’occasione la band esegue un repertorio che ripercorre la storia del rock con brani che vanno da Come Together dei Beatles a Gold on the Ceiling dei The Black Keys, da Rebel Rebel di David Bowie a Smells Like Teen Spirit dei Nirvana, e naturalmente Learn To Fly dei Foo Fighters.

GUARDA IL VIDEO DI REBEL REBEL – ROCKIN’1000

Quel mega-concerto di luglio ora è diventato un album: That’s Live – The Biggest Rock Band on Earth live in Cesena 2016, in uscita domani, venerdì 27 gennaio in versione digitale, cd, vinile, con 17 brani iconici di classic rock. “In questo album si respira la magia che ha fatto tremare il prato quel giorno a Cesena», ha spiegato Fabio Zaffagnini, ideatore di Rockin’1000, “un progetto folle, nato per gioco, che oggi ci ha portato a realizzare qualcosa di unico. Ascoltare 1000 musicisti è già di per sé un’esperienza incredibile, ma assistere ad un loro concerto con la partecipazione del pubblico, così caloroso ed empatico è stato qualcosa di pazzesco, difficile da descrivere, ha superato ogni nostra aspettativa. Il disco permette di entrare dentro quella magia e capire cosa possono scatenare 1000 musicisti».

Tracklist diThat’s Live – The Biggest Rock Band on Earth live in Cesena 2016”:

1 – Bitter Sweet Symphony – The Verve, 2 – Come Together – The Beatles, 3 – Gold On The Ceiling – The Black Keys, 4 – Born To Be Wild – Steppenwolf, 5 – Jumpin’ Jack Flash – The Rolling Stones,   6 – It’s A Long Way To The Top – AC/DC, 7 – C’Mon Everybody – Eddie Cochran, 8 – Seven Nation Army – The White Stripes, 9 – BlitzKrieg Bop – Ramones, 10 – Smells Like Teen Spirit – Nirvana, 11 – Rebel Rebel – David Bowie, 12 – Police On My Back – The Clash, 13 – People Have The Power – Patti Smith, 14 – Rockin’ In The Free World – Neil Young, 15 – Song 2 – Blur, 16 – Medley – Jimi Hendrix e Led Zeppelin – 17 – Learn To Fly – Foo Fighters

INFO ROCKIN’1000

Rockin’1000 è un progetto nato da una idea di Fabio Zaffagnini, General Manager Rockin’1000, realizzato con Anita Rivaroli (Responsabile Produzioni Audiovisive); Claudia Spadoni (Produttore Esecutivo); Martina Pieri (Communication Manager); “Cisko” (Responsabile Sound Division); Marta Guidarelli (Responsabile Commerciale e Ambassador) e Mariagrazia Canu (Pubbliche Relazioni e Ufficio Stampa).

J-Ax&Fedez: arrivano i comunisti col rolex!

Era dai tempi gloriosi della coppia Dalla-De Gregori e del loro Banana Republic che in Italia non esplodeva in modo così dirompente una nuova coppia artistica destinata ad avere un successo sicuro: Fedez e J-Ax. A ben vedere il loro sodalizio è iniziato 4 anni anni fa, quando hanno deciso insieme di creare l’etichetta Newtopia, etichetta che promuove nuovi artisti e che tra le sue fila annovera il “famigerato” Fabio Rovazzi che con Andiamo a comandare ha tormentato milioni di italiani la scorsa estate. Quel sodalizio commerciale tra Fedez e JAx  è diventato ineluttabilmente anche artistico e il frutto di tutto questo è l’album Comunisti col Rolex, anticipato la scorsa estate dal singolo Vorrei ma non posto, che ha già raggiunto la quota di 5 dischi di platino e ben oltre 123 milioni di visualizzazioni e da Assenzio, uscito di recente, in cui i due duettano con Stash e Levante, singolo che veleggia sui 20 milioni di visualizzazioni e ha già portato a casa un disco di platino. E oggi, infine, venerdì 20 gennaio, è uscito Le Piccole cose featuring Alessandra Amoroso ed è di nuovo un mare di visualizzazioni e acquisti.

GUARDA IL VIDEO DI PICCOLE COSE

Insomma, per farla semplice, questo album, Comunisti col Rolex arriva sul mercato con la strada in discesa… Ne parliamo alla press conference della sua presentazione con i diretti interessati. L’evento si è tenuto in una location molto particolare: la “mitica” (per via delle polemiche relative al suo essere eccessivamente esposta dal suo proprietario) casa di Fedez. Ma non è un caso anzi, è anche questa una delle chiavi che spiegano il titolo dell’album. E partiamo proprio da qui con J-Ax e Fedez… Si è tanto parlato di questo appartamento, dice Fedez, “mi hanno rotto le scatole in lungo e largo che ho deciso ok, visto che i media ne hanno parlato tanto li invito a casa mia…”

E da qui , immaginiamo, anche il titolo dell’album…

Fedez: “Certo. Ci hanno chiamato “comunisti col rolex”, come a dire che non puoi trattare tematiche sociali se guadagni bene. Una polemica sterile e noiosa tipicamente italiana…

J-Ax: “Per noi essere ‘comunisti col rolex’ è un vanto. Ne capovolgiamo il significato perché significa merito. Perché dimostriamo che in Italia si può ancora guadagnare onestamente e ne siamo fieri..

Come è nato il vostro sodalizio artistico?

Fedez: “Ci conosciamo da diversi anni. La prima volta che l’ho incontrato ero appena entrato alla Best Sound alla quale apparteneva prima di me. Ci siamo conosciuti lì.”

JAx: “Ehm… veramente ci siamo conosciuti in un altro contesto (ride)..”

Fedez: “Ah già mi aveva venduto del fumo (ridono) ma si può dire? Si dai, si può dire..”

J-Ax: “Comunque ad un certo punto io mi accorsi che anche a Fede piaceva molto il punk rock e cominciai a seguirlo più da vicino. Poi abbiamo iniziato a collaborare per qualche piccola cosa. Infine abbiamo creato Newtopia, sono già 4 anni ormai. Penso fosse inevitabile alla fine realizzare un album”.

Parlando del making off di Comunisti col Rolex, come vi siete coordinati?

Fedez: “In manera molto semplice. Ci siamo visti e abbiamo scritto su un album i concept che più o meno poi corrispondevano alle tracce del disco. E li abbiamo sviluppati”.

JAx: “Mettici pure che spesso magari come capita sempre nella musica, parti da un’idea e poi finisci da un’altra parte ma questa è proprio la magia di queste cose”.

Discussioni durante il lavoro?

Fedez: “Mah no, non più di tanto, magari ci siamo confrontati ecco, litigato mai, soprattutto le idee in generale sui contenuti coincidevano nettamente”.

Nel disco ci sono tante collaborazioni: con quale artista vi siete trovati meglio?

Fedez:La collaborazione con Loredana Bertè è stata forse la più sorprendente e riuscita, ascolterete una Bertè inedita”.

JAx: “.”Aggiungerei pure che Loredana si è comportata in modo assolutamente professionale. Nessun problema e tantissima armonia. Questo, devo dirti, mi ha fatto pensare. Non sarà che erano gli altri a far si che lei poi avesse dei problemi? Co noi è stata esemplare. Posso dire che questo smentisce tutti i luoghi comuni su di lei.”

Cosa potete dirci del tour, dello show che allestirete?

Fedez: “La vendita dei biglietti, già iniziata, ci sta dando moltissime soddisfazioni e tra le prime 15 date alcune sono già sold out. Lo show che porteremo sarà un grande show, è tutto un work in progress, ma abbiamo già una scaletta con 50 brani per un concerto di due ore e mezza nel quale ripercorreremo la nostra storia artistica. Avremo un palco enorme formato da una gigantesca piramide e durante il concerto faremo la nostra “scalata sociale”… Con noi in tour verrà anche Paolo Jannacci.”

Ci saranno delle guest star?

Fedez: “Per ora non sono previste. Quando sarà possibile ci piacerebbe avere con noi gli artisti che hanno collaborato all’album..

Per quanto riguarda la vendita dei biglietti, avete usato qualche accorgimento per limitare il fenomeno del secondary ticketing d ci si parla cosi tanto?

J-Ax: “Non abbiamo fatto nulla, ma ogni tanto, anche per curiosità, controlliamo per vedere quanti biglietti finiscono sul circuito secondario. Finora è poca roba, una ventina di biglietti … Del resto, sai una cosa? Se avvenisse qualcosa di strano, di poco chiaro, si scatenerebbe una bufera sui social che non hai idea per cui già quello basta a farci stare abbastanza tranquilli.

di Alfredo Verdicchio

INSTORE TOUR

J-Ax & Fedez incontreranno i fan e firmeranno le copie di Comunisti col Rolex (Sony Music) nelle principali città italiane. Di seguito tutti gli appuntamenti:  il 21 gennaio saranno a Orio al Serio, il 22 a Milano, il 23 a Cagliari, il 24 a Roma, il 25 a Nola (Napoli), il 26 a Palermo, il 27 a Belpasso (Catania), il 28 a Lonato del Garda (Brescia), il 29 a Torri di Quartesolo (Vicenza), il 30 a Paderno Dugnano (Milano) e il 31 a Varese. A febbraio, invece, terranno 5 instore: il 2 a Campi Bisenzio (Firenze), il 3 a Perugia, il 4 Savignano sul Rubicone (Forlì-Cesena), il 5 a La Spezia e il 6 a Genova.

LA TRACKLIST DI COMUNISTI COL ROLEX

Assenzio feat. Stash e Levante

Comunisti col Rolex

Il giorno e la notte feat. Giusy Ferreri

Senza Pagare

Fratelli di paglia

Tutto il mondo è periferia

Milano intorno

Vorrei ma non posto

L’Italia per me feat. Sergio Sylvestre

Musica del cazzo

Piccole cose feat. Alessandra Amoroso

Cuore Nerd feat. Alessia Cara

Anni luce feat. Nek

Meglio tardi che noi feat.Arisa

Allergia feat. Loredana Bertè

Pieno di Stronzi

IL TOUR

11 Marzo – Torino PalaAlpitour
13 Marzo – Bologna Unipol Arena
15 Marzo – Firenze Nelson Mandela Forum
18 Marzo – Roma Palalottomatica SOLD OUT
19 Marzo – Roma Palalottomatica
28 Marzo – Napoli PalaPartenope
31 Marzo – Acireale Pal’Art Hotel
3 Aprile –  Reggio Calabria PalaCalafiore
5 Aprile –  Bari PalaFlorio
7 Aprile –  Padova Kioene Arena
8 Aprile –  Conegliano Zoppas Arena
10 Aprile –  Milano Mediolanum Forum SOLD OUT

 

 

Will Hunt: Italian Invasion 2017

In Italia è diventato famoso grazie a Vasco, che l’ha voluto nella sua band per gli ultimi due tour, ma Will Hunt picchia duro sulla sua batteria ormai da più di 15 anni ad altissimi livelli. Attualmente batterista degli Evanescence (che saranno live a Milano a luglio), Will sta per tornare in Italia con il suo tour, con uno show hard rock che ripercorre le hit rock di tutti i tempi. A dividere il palco con Will Hunt saranno: Paola Zadra al basso (Stef Burns, Fedez), Marco Grasselli alla chitarra (Omar Pedrini) e Jan Manenti alla voce.

Il tour parte il 2 febbraio da Brescia e toccherà un po’ tutta Italia da nord a sud, con un’esibizione al Teatro Petruzzelli di Bari, e una tappa in Svizzera.

TUTTE LE DATE

2 BRESCIA L’Ottava, 3 BELLINZONA Peter Pan, 4 GIULIANOVA (TE) Cult Cafe, 5 BARI Teatro Petruzzelli, 7 BACOLI (NA) Goodfellas, 9 TIRANO (SO) Teatro Mignon, 10 GRAVELLONA TOCE (VB) Astragalo, 11 MILANO Revolution, 12 PIANEZZA (TO) Vertigo.

www.facebook.com/Will-Hunt

Francesco De Gregori: Sotto il vulcano, il nuovo disco live

“L’estate scorsa, mentre ero in Sicilia, sono capitato vicino a casa di Dalla, ai piedi dell’Etna, e mi è venuta in mente “4 marzo 1943”. Il giorno dopo dovevamo suonare a Taormina, così l’abbiamo messa nella scaletta e la sera l’abbiamo spinta in alto. Non ho pensato a una celebrazione di rito, a un omaggio pubblico o a niente del genere. Solo a questa grande canzone, a come la cantava Lucio e al tempo che è passato senza toccarla”.

Da domani, venerdì 20 gennaio, questo capolavoro della musica italiana sarà in rotazione radiofonica, anticipo gustosissimo del nuovo disco di Francesco De Gregori, Sotto il Vulcano. Oltre a 4 Marzo 1943, come raccontava lo stesso De Gregori, il disco conterrà la versione live di tanti capolavori di De Gregori. Registrato lo scorso 27 agosto durante il concerto al Teatro Antico di Taormina, nel corso di Amore e Furto tour, Sotto il Vulcano uscirà il prossimo 3 febbraio.

Questa la tracklist di Sotto il vulcano:

CD 1: Pezzi di vetro”, “L’agnello di Dio”, “La leva calcistica della classe ’68”, “Vai in Africa Celestino”, “La storia”, “Alice”, “Caterina”, “Sempre e per sempre”, “Servire qualcuno”, “Un angioletto come te”, “Come il giorno”.

 CD 2: L’abbigliamento di un fuochista”, “Generale”, “Il panorama di Betlemme”, “Sotto le stelle del Messico a trapanar”, “Titanic”, “Rimmel”, “4 marzo 1943”, “La donna cannone”, “Fiorellino 12&35″

www.francescodegregori.net

 

 

Vasco Rossi: la carica dei 300 mila!

La copertina del primo 45 giri di Vasco, Jenny/Silvia, uscito nel maggio del 1977

L’evento è di quelli da segnare in agenda. È di quelli che non è esagerato definire “storici”: i 40 anni di Fronte del Palco di Vasco celebrati in un unico grande concerto il primo luglio a Modena. Un concerto per il quale c’è già fibrillazione non solo per la sua eccezionalità ma perché si avvia ad entrare nella storia dei concerti anche per un altro motivo, ben più prosaico e che riguarda tutti i gli amanti del live in genere: la vendita dei biglietti. Dopo aver rotto con Live Nation a seguito dello scandalo relativo al secondary ticketing, con biglietti rivenduti a prezzi esorbitanti,  Vasco ha scelto di affidarsi a Vivaticket.

Il suo staff ha realizzato un ambizioso progetto la cui mission finale è quella di impedire per il futuro il ripetersi di questi episodi. Progetto che è stato presentato alla stampa proprio ieri, Martedì 17 gennaio, in una conferenza stampa dove è stata presentata anche ufficialmente la locandina di Modena… Modena Park  (cosi si chiamerà il concerto dei 40 anni sul palco del più grande rocker nazionale).

Punto forte di questo progetto che, nelle speranze degli ideatori, dovrebbe fare da battistrada per il futuro è, anzitutto, la  tracciabilità del biglietto in ogni momento, la restrizione dei biglietti che sarà possibile acquistare, massimo sei, e infine il fatto che ogni biglietto avrà il nome dell’acquirente. In pratica è stato elaborato una sorta di protocollo anti secondary ticketing trasparente e molto rigoroso. Per raggiungere ancora meglio l’obiettivo, questo protocollo è stato fatto in partnership ufficiale con la SIAE ed anche questo è un fatto storico perché è la prima volta che accade.

Protocollo anti secondary ticket, punti salienti

  • I biglietti saranno venduti esclusivamente attraverso il circuito Vivaticket, piattaforma di vendita della Best Union azienda bolognese resente non solo in Italia ma anche a Parigi, Londra, Orlado, Dubai, singapore, Pechino e Brisbane.
  • L’intero contingente die biglietti in vendita sarà gestito in esclusiva dai canali ufficiali di Vivaticket
  • Gli iscritti al Fan Club ufficiale avranno un canale di vendita dedicato sul sito : viva ticket.vascomodena.it a partire dal 24 gennaio alle ore 10 fino al giorno 26 alle ore 10
  • La vendita al pubblico partirà dal giorno 27 gennaio alle ore 10
  • Ogni acquirente potrà effettuare al massimo 2 transazioni di acquisto, ciascuna composta da un massimo di 6 biglietti
  • Al fine di velocizzare le attività di vendita gli utenti potranno registrarsi anticipatamente su viva ticket.vascomodena.it a partire dalle ore 10 del 20 gennaio
  • Per garantire la massima trasparenza nella vendita dei biglietti, Vivaticket sarà affiancata da SIAE nel monitorare le transazioni degli acquisti dei biglietti sul circuito viva ticket e presso ogni punto vendita. Inoltre è stato già attivato un accordo con le principali Associazioni dei Consumatori per una trasparenza assoluta a tutela dei fan di Vasco.
  • “Ovviamente abbiamo i piedi per terra” – ha detto in conferenza stampa Floriano Fini, amico di Vasco e storico manager della VR Giamaica Management,” –  non andiamo in giro dicendo che abbiamo sconfitto il fenomeno del secondary ticketing. Sappiamo che tale fenomeno continuerà ad esistere però  questo progetto è proprio per combattere questo fenomeno, arginarlo prima che dilaghi in modo irreparabile. I biglietti saranno “rintracciabili” economicamente e inoltre ci sarà anche un risparmio effettivo di circa il 5% sul loro . Per concludere, d’ora in poi se qualcuno farà compravendita dei nostri biglietti sui siti illegali saranno solo speculazioni tra privati”

I biglietti saranno messi in vendita a lotti che saranno così distribuiti 1°) 30.000 biglietti  2°) 30.000  3°) 140.000. I primi ovviamente saranno destinati ai fan club poi a seguire tutti gli altri. Per quanto riguarda il know how del concerto Floriano Fini ha detto che è tutto “work in progress”: “Lo spazio del Parco Ferrari di Modena a disposizione per il concerto è enorme, tanto che potrebbe ospitare ben oltre i 350.000 spettatori, ma dovremo valutare varie logistiche e sopratutto la frubilità del concerto da parte degli spettatori a cominciare dall’area parcheggio e tutto il resto“.

Alfredo Verdicchio

 

 

George Harrison: The Vinyl Collection

In occasione dei 74 anni dalla nascita, il prossimo 24 febbraio uscirà George Harrison – The Vinyl Collection, il boxset che per la prima volta raccoglie tutta la carriera solista di Harrison. Il cofanetto include tutti i 12 album in studio di George con le grafiche originali, oltre all’oramai classico Live In Japan (2LP) e 2 picture disc 12’’ di When We Was Fab e Got My Mind Set On You. Tutti gli album sono stampati in vinile 180gr e sono racchiusi in un box rigido con copertina lenticolare in edizione limitata. Sia le rimasterizzazioni fatte partendo direttamente dai nastri analogici che il taglio dei vinili sono stati realizzati nei leggendari Capital Studios per garantire la miglior qualità audio possibile. I vinili che compongono la raccolta saranno disponibili anche singolarmente (il triplo LP di All Things Must Pass sarà in edizione limitata).

George Harrison – The Vinyl Collection contiene:

Wonderwall Music (1968) | 1 LP

Electronic Sound (1969) | 1 LP

All Things Must Pass (1970) | 3 LP *limited edition piece

Living In The Material World (1973) | 1 LP   

Dark Horse (1974) | 1 LP

Extra Texture (1975) | 1 LP

Thirty Three & 1/3 (1976) | 1LP

George Harrison (1979) | 1 LP

Somewhere in England (1981) | 1 LP

Gone Troppo (1982) | 1 LP

Cloud Nine (1987) | 1 LP

Live In Japan (1992) | 2 LP

Brainwashed (2002) | 1 LP

Picture Disc 12” di  ‘When We Was Fab’ e ‘Got My Mind Set On You’ (non disponibili singolarmente)

Ad accompagnare l’uscita dei vinili, il bellissimo giradischi George Harrison Essential III disegnato da Pro-Ject Audio Systems, uno dei leader del settore. L’artwork è stato progettato dallo Studio Number One sulla base di un’esclusiva litografia del 2014 di Shepard Fairey. Saranno disponibili solo 2500 pezzi al mondo.

U2: The Joshua Tree Tour 2017

Sono passati trent’anni dall’uscita di uno dei dischi capolavoro della scena rock mondiale, The Joshua Tree, e  gli autori di quel disco, gli U2, hanno deciso di festeggiare l’evento con un grande tour. Il 12 maggio da Vancouver, infatti, partirà The Joshua Tree Tour 2017, tour che vuole appunto celebrare il trentesimo anniversario dell’omonimo quinto album della band.

 Bono Vox“Recentemente ho riascoltato The Joshua Tree per la prima volta dopo quasi 30 anni… è come un’opera. Tante emozioni che sono stranamente attuali: l’amore, la perdita, i sogni spezzati, la ricerca dell’oblio, la polarizzazione… tutti i grandi temi… Ho cantato molte di queste canzoni diverse volte, ma mai tutte. Ne ho proprio voglia, se il nostro pubblico è eccitato come noi… sarà una serata grandiosa.” ha dichiarato Bono.

Il tour farà tappa in alcuni stadi del Nord America e dell’Europa, tra cui la primissima esibizione da headliner in un festival statunitense al Bonnaroo Music & Arts Festival, e un concerto nella loro Dublino, al Croke Park il 22 luglio. Due le tappa nel nostro paese, il 15 e il 16 luglio allo Stadio Olimpico di Roma.

Special guest saranno Mumford & Sons, OneRepublic e The Lumineers per le date  in Nord America e Noel Gallagher’s High Flying Birds in Europa.

U2-JoshuaTreeTour2017I biglietti per U2: The Joshua Tree Tour 2017 saranno in vendita da lunedì 16 gennaio in Irlanda, Regno Unito ed Europa (dalle 10:00 per l’Italia), e da martedì 17 gennaio in Canada e Stati Uniti. Come sempre, gli iscritti al Fan Club ufficiale degli U2 potranno accedere ad una prevendita esclusiva su U2.com da mercoledì 11 gennaio ore 9:00 a venerdì 13 gennaio ore 17:00 (ora locale). Ci saranno biglietti di Prato in piedi e Tribune a sedere. Ci sarà un limite di acquisto di 4 biglietti per gli iscritti al fan club e di 6 biglietti per la vendita generale.

Per calendario e info: www.u2.com e www.livenation.com

DATE IN NORD AMERICA:                                                             SUPPORTO:

12 maggio       Vancouver, BC          BC Place                                Mumford & Sons

14 maggio       Seattle , WA                CenturyLink Field              Mumford & Sons

17 maggio       Santa Clara, CA         Levi’s Stadium                      Mumford & Sons

20 maggio       Los Angeles, CA        Rose Bowl                              The Lumineers

24 maggio       Houston, TX               NRG Stadium                        The Lumineers

26 maggio       Dallas , TX                  AT&T Stadium                       The Lumineers

3 giugno          Chicago, IL                 Soldier Field                           The Lumineers

7 giugno          Pittsburgh, PA                  Heinz Field                       The Lumineers

8-11giugno      Manchester, TN         Bonnaroo Festival                  Multi-Artist

11 giugno        Miami, FL                   Hard Rock Stadium               OneRepublic

14 giugno        Tampa, FL                  Raymond James Stadium     OneRepublic

18 giugno        Philadelphia, PA         Lincoln Financial Field         The Lumineers

20 giugno        Washington DC          FedExField                             The Lumineers

23 giugno        Toronto, ON               Rogers Centre                       The Lumineers

25 giugno        Boston, MA                Gillette Stadium                     The Lumineers

28 giugno        East Rutherford, NJ   MetLife Stadium                    The Lumineers

1 luglio            Cleveland, OH           FirstEnergy Stadium              OneRepublic

DATE IN EUROPA:                                                                         SUPPORTO:

8 luglio            Londra, UK                 Twickenham                          Noel Gallagher’s High Flying Birds

12 luglio          Berlino, DE                 Olympic Stadium                   Noel Gallagher’s High Flying Birds

15 e 16 luglio   Roma, IT                    Olympic Stadium                   Noel Gallagher’s High Flying Birds

18 luglio          Barcellona, ES           Olympic Stadium                   Noel Gallagher’s High Flying Birds

22 luglio          Dublino, IE                  Croke Park                            Noel Gallagher’s High Flying Birds

25 luglio          Parigi, FR                   Stade de France                    Noel Gallagher’s High Flying Birds

29 luglio          Amsterdam, NE         Amsterdam Arena                 Noel Gallagher’s High Flying Birds

1 agosto          Bruxelles, BE             Stade Roi Baudouin               Noel Gallagher’s High Flying Birds

GUARDA IL VIDEO DI PRESENTAZIONE DI U2: THE JOSHUA TREE TOUR 2017