Anthony Phillips: vittoria ai Prog Awards e new release

crtm9jdxeaareckAnthony Phillips aggiunge un nuovo tassello all’elenco delle sue fortunate re-releases e dopo la ripubblicazione di capolavori come The Geese and The Ghost e Wise After the Event, è ora la volta di Private Parts and Pieces V-VIII, un cofanetto deluxe composto da 5 Cds che partono dal quarto album della “collezione” PP&P pubblicato originariamente nel 1985. Il disco mette in primo piano il talento esecutivo del chitarrista britannico, ex membro fondatore del mitico gruppo rock Genesis, qui alle prese con la 12 corde, strumento nel quale si è concentrato divenendone un vero e proprio maestro. Con gli album successivi presenti in questa ristampa ad opera della Esoteric Records, Anthony ha sviluppato il concetto iniziale proponendo pezzi più articolati, nel suo tipico stile evocativo, ma sempre contrassegnati da grande attenzione negli arrangiamenti e nelle composizioni. Il tutto riproposto con un artwork modernizzato rispetto alle copie originali in vinile dell’epoca. Private Parts and Pieces V-VIII continua quindi il percorso delle re-releases di Anthony Phillips che recentemente gli hanno dato enormi soddisfazioni.

5f3abf10-1199-4b43-8b73-59a3a65e3516Lo scorso 1 settembre, infatti, Phillips si è visto consegnare a Londra il premio Gran Design Awards ai Progressive Rock Awards. La manifestazione, che ha avuto luogo al Globe Theatre organizzata dalla prestigiosa rivista Prog Magazine, ha premiato Anthony che si è imposto su colleghi molto stimati. Tra le nominations, infatti, figuravano gli ex Genesis Peter Gabriel con la sua Vinyl Reissues, Tony Banks con A chord Too Far e Steve Hackett con Premonitions-The Charisma Years. Una grande vittoria quindi per Anthony Phillips che con lo StormThorgeson Gran Awards ha visto riconosciuto insieme alla propria release un po’ tutto la propria carriera musicale iniziata proprio con i Genesis alla fine degli anni ’60 e proseguita fino ad oggi in una chiave di coerenza e di dedizione alla musica d’atmosfera che il pubblico e la critica hanno sempre accolto con apprezzamento. Da notare che i Progressive Rock Awards, che hanno presentato tra le altre la prestigiosa categoria The Chris Squire Virtuoso Awards dedicata al talentuoso ed indimenticato Chris Squire bassista degli Yes (con premio vinto da Jakko Jakszyk dei King Crimson), hanno raccolto il meglio della scena prog del mondo ospitando nomi storici di questo genere musicale come Jon Anderson degli Yes, i Van Der Graaf Generator, i King Crimson per l’appunto. Accanto a loro le cosiddette “giovani leve” come i Big Big Train, Porcupine Tree, Iamthemorning…”Aver ricevuto un premio così importante a questa manifestazione”, ha dichiarato Anthony Phillips, “mi ha reso molto orgoglioso perché proprio non mi aspettavo che tante persone votassero per me. E’ stato emozionante ritrovarsi circondati da tanti artisti di grande fama, alcuni dei quali stimo ed ammiro personalmente per la loro storia artistica come Jon Anderson, Peter Hammill e Nick Beggs. Ancora più bello è stato vedere che tutti erano così felici per la mia vittoria!”.

Taggato , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *