Davide Van De Sfroos: “adesso Synfuniia e nel futuro forse un concept album” – INTERVISTA ESCLUSIVA

dvds_locandina2*Regalarsi un album diverso, nuovo, sorprendente, per festeggiare i propri, primi, 50 anni. È quello che ha fatto Davide Van De Sfroos (all’anagrafe Davide Bernasconi) che ha compiuto 50 anni l’11 maggio scorso e che proprio ieri è uscito con Synfuniia un album che vede la rivisitazione di alcuni grandi canzoni dell’artista in chiave sinfonica con lOrchestra Bulgara della Radio di Sofia diretta dal Maestro Vito Lo Re. Un Van de Sfroos diverso insomma, che farà sobbalzare sulla sedia più di un fan tra le molte migliaia che lo seguono.
Come è nato questo album che suggella i tuoi 50 anni?
«È da nato da un incontro con il maestro Vito Lo Re. Lo incontrai diverso tempo fa al termine di un mio concerto. Ma, attenzione, non si presentò da me come maestro di musica classica ma, semplicemente come un fan, e me la buttò lì: “Sai che le tue canzoni potrebbe essere rivisitate in chiave sinfonica?” Lì per lì pensai che fosse, per dirla alla Fantozzi, una boiata pazzesca! Sai, dopo un concerto si incontrano molti fan, che, presi dall’entusiasmo, ti dicono tante cose… Mi dimenticai di quell’incontro ma, dopo un po’,  lui tornò alla carica. Mi disse almeno di provarci. Ci lavorò sopra e poi mi fece fare una prova proprio con un orchestra, provammo credo due canzoni. Prima di provare ero scettico, dopo entusiasta, sorpreso, affascinato. E  Synfuiia è il risultato finale. Mi piace pensare che le mie canzoni da Cenerentola siano diventate delle Principesse grazie ad un incantesimo».
Però sai che magari alcuni tuoi fans “duri e puri” storceranno un po’ il naso…
«Mah, cosa vuoi che ti dica… l’incontro tra classica e rock mica l’ho inventato io! Questa commistione tra generi è accaduta molte volte in passato. Ci siamo dimenticati forse di quando Sid Vicious cantò My Way? E comunque, sono in buona compagnia: Lou Reed, i Kiss, i Metallica e tanti altri…»
Come ti sei sentito nel cantare le tue canzoni cosi rivisitate con quest’orchestra imponente?
«Bellissima sensazione, direi quasi magica, sospesa. Come se fossi dentro un film, come se stessi vivendo in ogni senso una lunga colonna sonora magari con le mie canzoni, i miei ricordi.. Posso dirti una cosa? Arriva il punto che uno dopo 15 anni di carriera decide che può anche osare, provare, lasciarsi andare e divertirsi davvero. Ecco a me è successo questo. Volevo farlo almeno una volta, poi certo non farò mica d’ora in poi tutti i miei prossimi album in questo modo. Le mie Principesse torneranno poi Cenerentole come se tornassero da una gran ballo a Corte..»
Come nascono le tue canzoni? Hai un metodo preciso?
«No assolutamente. Non sono uno metodico anzi, sono l’opposto. Sto spesso in giro in tour o magari per la promozione di qualche album. E prendo appunti, scrivo riflessioni, annotazioni. Le mie canzoni nascono così: dall’osservazione della vita vera reale. Nascono on the road per dirla in modo più semplice…»
Di recente Zucchero parlando della realtà musicale odierna ha detto che ci vengono propinati tanti panini alla merda. Tu cosa ne pensi?
«Penso che sono abbastanza d’accordo ma che esistono anche tante realtà, magari nascoste, fatte di musicisti giovani, di talento, che si sbattono e lottano per far emergere la propria musica. Ecco dovremmo soffermarci su di loro.  Non è tutto da buttare, bisogna trovare il talento che c’è in giro, e c’è, credimi».
Restando in tema di nuove esperienze, hai mai pensato di scrivere un musical?
«No non è nelle mie corde. Per ora almeno penso proprio di no. Invece sto accarezzando l’idea di lavorare su un concept album, sai di quelli che andavano molto negli anni 70. È un’idea che mi piace parecchio.»

Alfredo Verdicchio

La tracklist dell’album

“Il duello”, “El calderon de la stria”, “Grand Hotel”, “Akuaduulza”, “Mad Max”, “La figlia del tenente”, “Goga e Magoga”, “Il reduce”, “Yanez”, “Brèva e Tivàn”, “La balera”, “Il dono del vento”, “De sfroos” e “Ninna nanna del contrabbandiere”.

GUARDA IL SALUTO A RS DI DAVIDE

Raddoppia la data al teatro Arcimboldi

Davide Van De Sfroos presenterà suo nuovo album Synfunia il prossimo 30 gennaio al Teatro Arcimboldi accompagnato dall’orchestra Sinfolario ( composta da 40 elementi)  diretta dal Maestro Vito Lo Re. Dato l’immediato sold out della data si è deciso di raddoppiare l’appuntamento aggiungendo la data del 31 gennaio. I biglietti per le date sono disponibili su www.ticketone.it

 

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *