Max Gazzè: Maximilian, il nuovo album

4763075_DIGIPACK_4COL

“Stavo sperimentando nuovi strumenti e creando suoni diversi. Poi mi è apparso “Maximilian”, un uomo né del passato né del futuro, ma di un presente diverso, di un’altra dimensione. Il nuovo disco doveva essere un progetto sperimentale, poi sono arrivate le canzoni. Mi piace molto così com’è, un quadro con tanti colori, eterogeneo”. Così MAX GAZZÈ racconta il suo nuovo disco, Maximilian, in uscita oggi, venerdì 30 Ottobre.

Con la produzione artistica dello stesso Max Gazzè, e con la produzione esecutiva di Francesco Barbaro, il disco è stato registrato e mixato a Roma (da Gianluca Vaccaro al Terminal 2 studio) e masterizzato a New York da Chris Gehringer, presso lo Sterling Sound. Dieci tracce che nascono dalla sperimentazione, scritte con il fratello Francesco Gazzè e altri autori che compaiono per la prima volta.

Il disco è stato anticipato, nei mesi scorsi, dal singolo La Vita Com’è, uno dei brani più ascoltati e scaricati del momento.

GUARDA IL VIDEO

 Da oggi, l’artista presenterà il disco negli instore. Mini-live e set acustico per Max e la sua band. Queste le date: 30/10 Roma (Feltrinelli, ore 18:00 – via Appia Nuova); 2/11 Milano (Feltrinelli, ore 18:30 – piazza Piemonte); 3/11 Bologna (Feltrinelli, ore 18:00 – piazza Ravegnana); 4/11 Bari (Feltrinelli, 18:30 – via Melo); 5/11 Napoli (Feltrinelli, ore 18:00 – piazza dei Martiri); 11/11 Torino (Feltrinelli, ore 18:30 – Stazione Porta Nuova); 12/11 Firenze (Feltrinelli RED, ore 18:30 – piazza della Repubblica).

A Febbraio poi partirà il tour. Queste le date ad oggi confermate:

30 gennaio, Pescara (Palasport)

5 e 6 febbraio, Bologna (Estragon)

9 e 10 febbraio, Milano (Alcatraz)

11 febbraio, Venaria Reale – TO (Teatro della Concordia)

19 e 20 febbraio, Roma (Atlantico)

25 febbraio, Firenze (Obihall)

12 marzo, Riva del Garda – TN (Palasport)

25 marzo, Padova (PalaGeox)

2 aprile, Rimini (Velvet Club)

Rino Gaetano: che la festa cominci

rinoOggi, giovedì 29 ottobre 2015, RINO GAETANO avrebbe compiuto 65 anni. Il fato, o chi per lui, ha deciso invece che la sua storia si concludesse, tragicamente, a soli 3o anni contro un camion sulla via Nomentana, a Roma. Ma oggi è comunque un giorno di festa: l’eredità che ci ha lasciato Rino è troppo importante per lasciarsi andare a tristi ricordi. La pensano così anche gli organizzatori della festa che, questa sera, renderà omaggio al cantautore al Planet Live Club di Roma (Via del Commercio, 36) dove si potrà assistere ad un concerto della Rino Gaetano Band e ad una mostra ufficiale di alcuni oggetti appartenuti al cantautore. Tra gli ospiti annunciati, l’attore Claudio Santamaria che qualche anno fa ha portato sul piccolo schermo la storia di Rino.

INFO

http://www.planetliveclub.com/prg_rino.htm

GUARDA NUNTEREGGAE PIù live all’Arena di Verona

Steve McQueen: cronaca di un film e di una vita spericolata

the man & le mans_aw ita.inddNon abbiamo dubbi: se c’è un film che Vasco Rossi andrà a vedere nell’immediato futuro sarà quello che uscirà il prossimo 9 novembre ( e rimarrà nelle sale anche il 10 e l’11) in occasione dei 35 anni dalla morte del grande STEVE MCQUEEN. Una Vita spericolata, questo il titolo italiano del film (titolo originale: Steve McQueen: The Man & Le Mans) prodotto con la collaborazione del figlio del celebre attore Chad, per la regia di John McKenna e Gabriel Clarke, ci racconta il making of di un film centrale per il mito Steve McQueen: Le 24 ore di Le Mans diretto da Lee H. Katzin che sostituì “in corsa”, è proprio il caso di dirlo, il grande John Sturges dopo che quest’ultimo ebbe litigato in modo insanabile con Steve McQueen per divergenze di vedute sul film.

Le 24 ore di Le Mans è un film che l’attore aveva fortemente voluto realizzare con tutte le sue forze. Ambientato a Le Mans aveva avuto un budget faraonico tale da consentirgli, per esempio, di affittare il circuito dove si correva la gara per ben tre mesi! Non solo: per ospitare la troupe venne preso in affitto addirittura un castello.

L’auto condotta da McQueen, nel personaggio del pilota Michael Delaney, era una Golf Porsche 917 K n.20. C’è da ricordare che quell’anno Steve McQueen non potè gareggiare nella vera 24 ore di Le Mans perché ebbe il veto da parte dei finanziatori del film che avrebbero negato il supporto assicurativo nel caso avesse partecipato alla gara.

L’attore guidò a velocità da gara in competizione con gli altri 45 piloti internazionali del cast tra i quali c’era anche Derek Bell, vincitore di ben cinque 24 ore di Le Mans e Jonathan Williams. Da notare che Steve McQueen era perfettamente a suo agio nei panni del protagonista anche perché nella vita reale amava gareggiare e correre in pista riscuotendo anche notevole successo come nella 12 ore di Sebring dove, pur avendo un piede ingessato, era arrivato secondo, dietro Mario Andretti, a bordo di una Porsche 908 in coppia Peter Revson.

Purtroppo il film sul quale McQueen aveva investito tanto fu un flop. Per la star che era al top della sua carriera fu un durissimo colpo, per il suo orgoglio e anche finanziariamente per la sua casa di produzione la Solar. La botta fu talemente forte che si arrivò a mettere in discussione, nel cinico mondo di Hollywood, il proseguo della carriera di Steve.

Ma per quella magia che da sempre aleggia nel mondo del cinema a poco a poco negli anni quel film  è diventato un cult assoluto a livello mondiale per tutti gli appassionati di corse automobilistiche, ed ecco il perché, oggi, del documentario Steve Mcqueen: Una vita spericolata. Film al quale ha collaborato, come detto in precedenza, in modo centrale Chad McQueen, che all’epoca aveva dieci anni, l’ex moglie di Steve McQueen, Neile Adams (che divorziò da McQueen dopo il film), e i piloti stessi che parteciparono a quell’indimenticabile avventura.

Per finire due ultime curiosità : durante le riprese Derek Bell ebbe un incidente con la sua Ferrari 512 che prese fuoco. La Ferrari fu poi rimessa in ordine e oggi appartiene a Nick Mason dei Pink Floyd (a ribadire come il rock e le corse siano sempre stati molto molto vicini).

Un’ultima curiosità: Steve McQueen come abbiamo detto impersonava nel film un pilota, Michael Delaney. Forse non tutti sanno che Michael Delaney esisteva davvero, ma non era un pilota bensì l’operatore del film precedentemente interpretato da McQueen. Leggenda e gossip vogliono che proprio Delaney aiutò McQueen a rimorchiare due splendide gemelle, e Steve, sempre secondo il gossip, pensò di “ricompensarlo” in questo modo…

Com’era la canzone di Vasco? “Voglio una vita spericolata, voglio una vita come Steve McQueen…

GUARDA IL TRAILER 

Foo Fighters: promessa mantenuta

photo by  Ringo

photo by Ringo

Potenza della musica e di internet. Quando Fabio Zaffagnini ha l’idea di riunire mille tra musicisti e cantanti per fargli suonare Learn To Fly e convincere così gli autori di quel brano, i FOO FIGHTERS ad aggiungere Cesena come tappa del loro tour, ai più sembra un’idea irrealizzabile. Ed in effetti di problemi gli organizzatori, riuniti sotto il progetto di Rockin 1000, ne incontrano parecchi. Ma alla fine, il 26 luglio del 2015, 350 chitarristi, 250 batteristi, 150 bassisti e 250 cantanti si ritrovano tutti insieme al Parco Ippodromo di Cesena per suonare Learn to fly  sotto la direzione del maestro Marco Sabiu.

Il video ovviamente diventa subito virale e viene inviato anche a Dave Grohl, leader della band. “Non dimenticherò mai quel giorno – ha raccontato Dave – in cui gli amici inondarono il mio cellulare di messaggi che mi segnalavano un video su Youtube. Pensando che si trattasse solamente di un altro gatto rimasto bloccato in un sacchetto di carta non l’ho guardato, ma dopo 10mila messaggi ho cliccato: aver visto così tante persone che hanno messo tempo, fatica e amore mi ha commosso fino alle lacrime. E’ difficile esprimere a parole quanto mi abbia fatto sentire onorato, è stata una delle esperienze più belle di tutta la mia vita“. Grohl, dopo aver visto il video, promise di venire a suonare a Cesena ed ha deciso di mantenere l’impegno. “Sono emozionato e onorato di venire a suonare a Cesena, un’esperienza così capita una volta nella vita“. I Foo Fighters dunque il prossimo  3 novembre, prima di fare tappa all’Unipol di Bologna il 13 novembre e al Pala Alpitour di Torino il 14 novembre, si esibiranno a Cesena.

GUARDA IL VIDEO DI ROCKIN 1000

Skunk Anansie: doppio appuntamento

Si sono formati nel 1994, sciolti nel 2001 e si sono rimessi insieme nel 2009. Oggi, gli SKUNK ANANSIE annunciano finalmente l’uscita del loro nuovo album, Anarchytecture (in Italia su etichetta Carosello Records) che arriva quattro anni dopo il loro ultimo album in studio, Black Traffic.

Unknown-1Al disco ha preso parte il gruppo nella sua formazione storica: Skin, il chitarrista Ace, il bassista Cass e il batterista Mark Richardson.

Il nuovo album – prodotto da Tom Dalgety (Royal Blood, Killing Joke) ai RAK Studios di Londra, mixato da  Dalgety & Jeremy Wheatley, e masterizzato dal leggendario Ted Jensen agli Sterling Sound Studios di New York – uscirà in tutto il mondo il prossimo 15 gennaio. All’uscita farà seguito un tour europeo che toccherà anche l’Italia. Gli Skunk Anansie si esibiranno il 17 Febbraio 2016 all’Alcatraz di Milano.

Skin insieme ai suoi compagni di avventura a X-Factor: Elio, Mika e Fedez

Skin insieme ai suoi compagni di avventura a X-Factor: Elio, Mika e Fedez

Non è difficile prevedere per la data milanese un sold out anche perché l’esperienza di Skin come giudice di X-Factor sta regalando a quest’ultima un’ulteriore dose di popolarità.

Queen: A Night At The Odeon

coverC’è chi la vigilia del Natale del 1975 scartava regali, e chi assisteva a uno dei concerti più straordinari che la storia del rock ricordi: quello dei QUEEN all’Hammersmith Odeon di Londra. Il 1975 era stato per il gruppo di Freddie Mercury un anno incredibile e quel concerto del 24 Dicembre ne fu la degna conclusione. Concerto tra l’altro trasmesso in diretta dalla BBC.  Questo concerto fu veramente speciale perché suonammo per la prima volta un intero concerto live in TV… era lo show di Natale!” ricorda Brian May.

Bene,  40 anni dopo, questo show dirompente ce lo possiamo gustare tutti (anche chi scartava i regali…). Il 20 novembre esce infatti Queen – A Night At The Odeon – Hammersmith 1975 in CD, DVD, Blu-Ray, 2LP, Super Deluxe Boxset e in digitale. La confezione include anche dei bonus esclusivi per i fan dei Queen. “La qualità, dopo un gran lavoro di digitalizzazione, è meravigliosa. E l’energia che avevamo buca prepotentemente lo schermo“, dice ancora May.

GUARDA IL TRAILER

Tracklist (CD/Vinile/Digital)

 1. Now I’m Here

2. Ogre Battle

3. White Queen (As It Began)

4. Bohemian Rhapsody

5. Killer Queen

6. The March Of The Black Queen

7. Bohemian Rhapsody (Reprise)

8. Bring Back That Leroy Brown

9. Brighton Rock

10. Guitar Solo

11. Son And Daughter

12. Keep Yourself Alive

13. Liar

14. In The Lap Of The Gods… Revisited

15. Big Spender

16. Jailhouse Rock Medley

17. Seven Seas Of Rhye (*)

18. See What A Fool I’ve Been (*)

19. God Save The Queen

 (*) Non presenti nel DVD e nel Bluray

La versione Super Deluxe Box Set include anche il sound-check – mai sentito prima da nessuno al di fuori della band.

Bruce Springsteen: arriva The River Collection

image004Il 4 dicembre 2015 Columbia Records pubblicherà The Ties That Bind: The River Collection di BRUCE SPRINGSTEEN. Il cofanetto, che offre una retrospettiva completa sul periodo di The River, contiene 52 brani con tantissimo materiale inedito (4 CD), e 4 ore di immagini inedite (3 DVD). Il box set comprende: il doppio album The River originale; la prima release ufficiale di The River: Single Album; un CD di outtake 1979/80; un doppio DVD con immagini mai viste prima, con nuovo montaggio e riprese multicamera, tratte dal famoso show di Springsteen del 1980 a Tempe, in Arizona ; un nuovo documentario su The River intitolato The Ties That Bind e un libro illustrato contenente 200 foto rare o inedite e cimeli più un nuovo saggio di Mikal Gilmore.

GUARDA THE RIVER LIVE

Ed Sheeran: tra Wembley e Assago

LOCANDINA FILMGiovedì 22 ottobre (e poi anche il 24 e il 25) nei cinema di tutto il mondo verrà proiettato lo spettacolare film concerto Jumper For Goalposts, testimonianza  dei tre concerti che ED SHEERAN ha tenuto, lo scorso luglio, nel suggestivo scenario dello stadio di Wembley, a Londra, con un’affluenza di oltre 240 mila persone in tre serate. Per la prima mondiale del film, agli spettatori nei cinema verrà offerta in diretta via satellite da Leicester Square (Londra) la Ed Sheeran Night, che permetterà di vedere Ed Sheeran in persona presentare la prima del film regalando poi agli spettatori di tutto il mondo una performance live.

GUARDA IL TRAILER DEL FILM

INFO JUMPER FOR GOALPOSTS – Il prezzo del biglietto è di 13 euro per l’intero e di 11 euro per il ridotto. È possibile acquistare i biglietti presso le multisale UCI che proietteranno l’evento, o tramite internet sul sito www.ucicinemas.it, call center (892.960), App di UCI Cinemas per iPhone, iPod Touch e per iPad (scaricabile gratuitamente da App Store), Android (scaricabile da Google Play) e Windows Phone. Per maggiori informazioni visitare il sito www.ucicinemas.it o la pagina ufficiale di Facebook di UCI Cinemas all’indirizzo: www.facebook.com/ucicinemasitalia. In alternativa contattare il call center al numero 892.960.

Qualche giorno dopo, poi, il cantante inglese condurrà, dal Forum di Assago, gli MTV EMA 2015 insieme all’attrice australiana Ruby Rose,

Giovedì 22 ottobre (e poi anche il 24 e il 25) nei cinema di tutto il mondo verrà proiettato lo spettacolare film concerto Jumper For Goalposts, testimonianza  dei tre concerti che ED SHEERAN ha tenuto, lo scorso luglio, nel suggestivo scenario dello stadio di Wembley, a Londra, con un’affluenza di oltre 240 mila persone in tre serate. Per la prima mondiale del film, agli spettatori nei cinema verrà offerta in diretta via satellite da Leicester Square (Londra) la Ed Sheeran Night, che permetterà di vedere Ed Sheeran in persona presentare la prima del film regalando poi agli spettatori di tutto il mondo una performance live.

GUARDA IL TRAILER DEL FILM


INFO JUMPER FOR GOALPOSTS – Il prezzo del biglietto è di 13 euro per l’intero e di 11 euro per il ridotto. È possibile acquistare i biglietti presso le multisale UCI che proietteranno l’evento, o tramite internet sul sito www.ucicinemas.it, call center (892.960), App di UCI Cinemas per iPhone, iPod Touch e per iPad (scaricabile gratuitamente da App Store), Android (scaricabile da Google Play) e Windows Phone. Per maggiori informazioni visitare il sito www.ucicinemas.it o la pagina ufficiale di Facebook di UCI Cinemas all’indirizzo: www.facebook.com/ucicinemasitalia. In alternativa contattare il call center al numero 892.960.

Qualche giorno dopo, poi, il cantante inglese condurrà, dal Forum di Assago, gli MTV EMA 2015 insieme all’attrice australiana Ruby Rose,

Baustelle: primo cd live

I BAUSTELLE festeggiano i primi 15 anni di carriera regalandosi il loro primo album dal vivo, ROMA LIVE!, in uscita il prossimo 13 novembre. Registrato a Roma durante il tour di Fantasma in tre diverse location – la Cavea dell’Auditorium Parco della Musica, l’ex-Mattatoio di Testaccio e l’Auditorium della Conciliazione – con tre diverse formazioni (con orchestra sinfonica, con sezione fiati e con quartetto d’archi), tra il 2013 e il 2014, Roma Live! è un disco dal vivo e al tempo stesso una raccolta di grandi successi: la scaletta prevede 14 brani tra cui spiccano le due cover inedite Signora ricca di una certa età, versione in italiano di Lady of a certain age dei Divine Comedy e Col tempo di Leo Ferrè.

  “Il tour di “Fantasma” è stato molto importante per i Baustelle, e un’occasione per mostrare al pubblico le varie facce di un disco abbastanza complesso. – racconta Francesco Bianconi – Un disco che abbiamo portato in giro in versione sinfonica, in versione rock e anche in una acustica, da camera. Abbiamo registrato tutti i concerti, sapendo che si trattava di eventi speciali e per noi molto emozionanti. Riascoltando, a freddo, ci siam detti: perché non fissarle per sempre, queste emozioni? Lo facciamo, un disco dal vivo? Lo abbiamo fatto: un disco live fatto di tre diversi concerti romani. Chiamatela pure celebrazione, o mancanza di nuove idee, ma dopo tanti anni di strada assieme, ce lo meritiamo, noi e il nostro pubblico”.

digipack_baustelle_roma live.inddDell’album, disponibile su cd singolo, verrà anche realizzata una versione in LP doppio vinile 180 grammi a tiratura limitata e numerata.

L’artwork è firmato da Malleus

 

GUARDA IL VIDEO DE IL FUTURO (live a Roma, Cavea dell’Auditorium Parco della Musica)

Kurt Cobain: Montage of Heck, The Home Recordings

KurtCobain_MontageOfHeck-TheHomeRecordings_Deluxe_LOWKurtCobain_MontageOfHeckTheHomeRecordings_Standard_LOWPresentato al Sundance Film Festival 2015 e poi distribuito nei cinema di tutto il mondo da Universal Pictures, il documentario KURT COBAIN: MONTAGE OF HECK, ci ha regalato un ritratto inedito e autentico di Kurt Cobain. Intenso, toccante, illuminante il documentario è stato scritto, diretto e prodotto da Brett Morgen che ha avuto accesso illimitato a tutti gli archivi familiari e personali dell’artista. La musica, ovviamente, ricopre una parte importante del documentario e oggi, finalmente, l’annuncio che l’attesissima colonna sonora KURT COBAIN – MONTAGE OF HECK: THE HOME RECORDINGS sarà pubblicata da Universal Music in cdcassetta e formati digitali il 13 novembre 2015. L’ edizione in doppio LP così come il 45 giri in Vinile 7” di And I Love Her / Sappy (Early Demo) saranno pubblicati il 4 dicembre 2015. Composta da diverse registrazioni originali su cassetta realizzate dallo stesso Kurt, la colonna sonora comprende brevi demo, esperimenti musicali, brani e testi che sono poi stati utilizzati negli album dei Nirvana. Il titolo KURT COBAIN: MONTAGE OF HECK prende il nome da un collage musicale che è stato creato da Cobain con un registratore a cassette a 4 tracce nel 1988.

GUARDA IL TRAILER DI KURT COBAIN: MONTAGE OF HECK

La Colonna Sonora sarà pubblicata su CD nei formati Deluxe (31 brani) e Standard (16 brani),  su Cassetta e doppio Vinile. La versione Deluxe di 31 brani include tracce dal documentario, contributi parlati, demo e canzoni. La versione Standard di 13 brani si concentra sulle musica scoperte musicali di Cobain attraverso il suo registratore. Entrambe le versioni, Deluxe e Standard, saranno disponibili digitalmente.

QUESTA LA TRACKLIST 

DELUXE:

  1. The Yodel Song                         
  2. Been A Son (Early Demo)         
  3. What More Can I Say               
  4. 1988 Capitol Lake Jam Commercial                    
  5. The Happy Guitar                     
  6. Montage Of Kurt           
  7. Beans                  
  8. Burn The Rai
  9. Clean Up Before She Comes (Early Demo)
  10. Reverb Experiment                   
  11. Montage Of Kurt II                                
  12. Rehash                                                         
  13. You Can’t Change Me / Burn My Britches / Something In The Way (Early Demo)
  14. Scoff (Early Demo)                     
  15. Aberdeen                      
  16. Bright Smile                    
  17. Underground Celebritism                    
  18. Retreat               
  19. Desire                             
  20. And I Love Her                          
  21. Sea Monkeys                 
  22. Sappy (Early Demo)
  23. Letters To Frances                     
  24. Scream                           
  25. Frances Farmer Will Have Her Revenge On Seattle (Demo)               
  26. Kurt Ambiance              
  27. She Only Lies                  
  28. Kurt Audio Collage                   
  29. Poison’s Gone                
  30. Rhesus Monkey                         
  31. Do Re Mi (Medley)

STANDARD:

  1. The Yodel Song             
  2. Been A Son (Early Demo)
  3. The Happy Guitar                     
  4. Clean Up Before She Comes (Early Demo)
  5. Reverb Experiment                   
  6. You Can’t Change Me / Burn My Britches / Something In The Way (Early Demo)
  7. Scoff (Early Demo)
  8. Desire                 
  9. And I Love Her              
  10. Sappy (Early Demo)                  
  11. Letters To Frances